07:38 05 Dicembre 2020
Virale
URL abbreviato
0 31
Seguici su

Ogni anno la pizzeria partenopea realizza un presepe con il proverbiale cornicione della pizza napoletano, alto e soffice. Per essere in linea con i tempi, quest'anno la singolare opera ospiterà anche la Asl, mentre i pastori saranno muniti di mascherina.

La pizza napoletana - si sa - è un'arte, un'arte non necessariamente destinata a finire sempre a tavola. 

Alla 'Pizzeria 900', gestita dai soci Dario e Carlo Ambrosino, può diventare ogni anno un presepe, realizzato dal pizzaiolo Carmine Mauro. 

"Amo il mio lavoro e quindi ogni Natale personalizzavo nella mia pizzeria addobbi natalizi e presepe fatti di pizza! Ogni anno il presepe è diventato un icona della 'Pizzeria 900' e per questo è aumentato sia di grandezza sia di notorietà… Ogni anno aumenta impegno e voglia di stupire tutte le persone che passano per via Pasquale Scura. Visto che ci troviamo a Spaccanapoli abbiamo deciso di esporlo il 2 novembre, l’ inizio dello shopping natalizio e in vista dell’8 dicembre. Il presepe richiama anche i negozi adiacenti alla nostra pizzeria. È fatto interamente di pasta di pizza con uno scheletro di legno", ha spiegato l'autore.

Anche il presepe di Carmine Mauro quest'anno non ha potuto tenere conto della pandemia di coronavirus.

"Quest'anno a causa del Covid anche i pastori del presepe hanno la mascherina... Perché in quest’anno difficile bisogna sempre rispettare le regole! Il presepe napoletano è lo specchio del nostro Natale e in questo non poteva mancare l’Asl con i tamponi… sempre per la sicurezza dei pastori! Sperando che il buon senso natalizio ci possa accompagnare in un buon inizio 2021!", l'auspicio del pizzaiolo.

 

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook