01:08 22 Ottobre 2020
Virale
URL abbreviato
0 184
Seguici su

La madre di un bambino ha fatto ricorso a Facebook per risolvere un semplicissimo problema di matematica per scuole elementari. Il post, pubblicato in un gruppo fb con oltre un milione di iscritti che si occupa di idee e attività per tenere impegnati bambini e adulti in questi tempi di distanziamento sociale, è divenuto virale.

Il gruppo facebook ‘FAMILY LOCKDOWN TIPS & IDEAS!’ è divenuto talmente popolare che ne è nato addirittura un libro. “Bloccato e non sai cosa fare? Non cercare oltre, queste idee faranno divertire i bambini”, così si legge nella recensione Amazon per la vendita diretta del formato Kindle. Il libro promette 20 dei migliori suggerimenti e idee dal gruppo Facebook per aiutare a tenere occupate le famiglie durante il blocco.

Sfide, giochi, idee, sport indoor e indovinelli, Family Lockdown Tips & Ideas si ispira ai post più condivisi e apprezzati per offrire un elenco di cose da fare… quando non hai niente da fare. La 36enne inglese Claire Balkind, insegnante di storia, aveva creato il suo gruppo il 13 marzo, sperando di ottenere e condividere l’ispirazione per intrattenere i suoi due bambini piccoli durante il lockdown. In meno di un mese il gruppo ha raccolto più di un milione di follower e decine di migliaia di idee per l’intrattenimento e l’educazione familiare. Ha persino ricevuto un premio dal Primo Ministro Boris Johnson per il successo della sua iniziativa il cui ricavato è stato promesso in beneficienza.

Tra i tanti post raccolti nel suo gruppo, recentemente se ne è segnalato uno particolarmente curioso. Si tratta di un problema di matematica dato ad un bambino, la cui madre, impazzendo per cercare di aiutarlo a fare i compiti, si è rivolta all’aiuto del gruppo.

Il problema, in realtà molto semplice, era condannato a divenire un rompicapo per via della sua particolare formulazione:

“Karla ha 3 gettoni da 100, 17 da 10 e 16 da 1. È possibile creare due numeri identici a tre cifre utilizzando questi gettoni? Ed è possibile farlo utilizzandoli tutti senza resto”?

Il problema era studiato per le scuole primarie ma persino dei laureati in matematica hanno commentato di non essere riusciti a capire che accidenti gli autori del testo volessero concretamente.

Prima di continuare a leggere provate a risolvere anche voi

Al di là della formulazione, la questione è semplice – per ottenere due numeri uguali bisogna dividerne uno per due, e per fare questo è sufficiente che la somma sia pari, per avere tre cifre basta che la somma sia superiore a duecento. Quindi alla prima domanda si risponde subito sì. Per sapere se è possibile ottenere i due numeri uguali ma senza gettoni di resto, è un po’ più complicato perché bisogna vedere se i gettoni si possono combinare correttamente.

3 pezzi da 100 = 300, 17 da 10 = 170, 16 da 1 = 16. Allora 300+170+16= 486. 486/2= 243. Quindi dobbiamo formare due gruzzoletti da 243 con i nostri gettoni. Il valore dei gruzzoletti sarà uguale, ma ovviamente la composizione no perché dovremo, per esempio, decidere su quale dei due gruzzoli mettere il gettone dispari da 100. Ma basta fare delle prove. Il metodo più rapido è quello di mettere tutti i pezzi grossi su di uno e vedere se il resto va sull’altro:

2 pezzi da 100, 4 da 10 e 3 da 1 sul primo e vediamo se il resto va sull’altro senza resti. Ma sì certo: 1 da 100, 13 da 10 e 13 da 1 sull’altro, appunto 243.

Facile e divertente per i bambini, un incubo per gli adulti.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook