17:40 22 Settembre 2020
Virale
URL abbreviato
0 13
Seguici su

Il macabro fatto è avvenuto a Sincelejo, una città lungo la costa caraibica colombiana a circa 530 km a nord-ovest di Bogotà, all'inizio di questo mese.

Un paziente in un ospedale colombiano è stato dichiarato morto e inviato all'obitorio locale, solo per poi essere scoperto vivo e vegeto dai suoi parenti, secondo quanto riferito dai media locali.

Il signor Juan Jose Munoz Romero, 67 anni, è stato dichiarato morto poco dopo essersi recato presso la clinica sanitaria Las Penitas di Sincelejo lamentando problemi legati alla pressione alta.

Due ore dopo, la famiglia di Romero è stata informata del suo "decesso". Rifiutando di credere all'ospedale, i familiari hanno chiesto di vedere il suo corpo, ma sono stati respinti dai medici, che hanno citato le norme sanitarie relative al coronavirus.

Violando le regole, la figlia di Romero è entrata segretamente nell'obitorio, solo per scoprire che suo padre era ancora vivo e respirava.

Secondo la donna, anche dopo aver scoperto suo padre, i medici hanno continuato a insistere sul fatto che fosse morto e che ciò a cui aveva assistito fosse una normale reazione del corpo privo di vita.

Parlando con un giornale locale, il fratello della donna ha spiegato che sua sorella "non credeva a quella risposta e ha deciso di prendere il corpo da lì e lo abbiamo portato in un'altra clinica". Sfortunatamente, ha aggiunto, "tutto quel tempo all'obitorio lo aveva colpito e gli aveva provocato una ischemia", un grave problema causato dalla mancanza di sangue agli organi principali.

Alla fine, Romero è stato portato in un altro ospedale per cure, e la famiglia sta ora prendendo in considerazione un'azione legale contro la clinica Las Penitas.

La clinica e le autorità locali e sanitarie si sono astenute dal commentare il caso ai media.

La dichiarazione di morte errata è più comune di quanto si pensi spesso, anche se la maggior parte dei casi non è estrema come quella di Romero, e si limita a confusione burocratica. Nel 2011, ad esempio, in un'audizione della Social Security Administration statunitense si era scoperto che l'agenzia aveva erroneamente dichiarato che circa 36mila persone erano morte in un periodo di tre anni.

Molto meno comuni sono i casi di catalepsia, una condizione in cui il corpo del presunto defunto entra in uno stato di trance o di crisi, tra cui rigidità fisica e perdita di coscienza e sensibilità.

Nel 2018, le autorità di una prigione in Spagna sono rimaste scioccate dopo che un detenuto, ispezionato da tre medici e dichiarato morto, ha iniziato russare all'obitorio poche ore prima che fosse previsto l'inizio dell'autopsia.

Correlati:

Iran, bambino "morto" si risveglia all'obitorio
Beve troppa vodka, muore e "resuscita" in obitorio
Tags:
Morte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook