15:07 28 Settembre 2020
Virale
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Il principe Harry ha annunciato l'anno scorso che avrebbe iniziato una battaglia legale contro i proprietari del Daily Mail e del Sun a causa del presunto hacking dei suoi messaggi vocali. È stato ora rivelato, tuttavia, che l'intrusione illegale nella sua vita privata potrebbe andare molto più indietro di quanto inizialmente ipotizzato.

I messaggi vocali del principe Harry erano già stati intercettati nel febbraio 2001, mentre si stava preparando per i suoi esami GCSE, ha rivelato un'intervista di whistleblower a Byline Investigates. Glenn Mulcaire, un investigatore privato che in precedenza aveva scontato una pena detentiva di sei mesi per uno scandalo di hacking che coinvolgeva il 'News of the World' di Rupert Murdoch, ha dichiarato di aver effettuato la penetrazione illegale nella vita del Duca del Sussex mentre gli veniva ordinato di scoprire informazioni sul presunto consumo di droghe e alcol da parte del principe.

"Come investigatore principale, mi è stato affidato l'incarico di Greg Miskiw (ex redattore del 'News of the World') di raccogliere in modo forense altrettante informazioni sulle attività del principe Harry nelle ore notturne, al fine di migliorare il progetto del giornale", ha rivelato Mulcaire. "L'istruzione era di monitorare le comunicazioni e identificare eventuali riferimenti alle droghe".

L'ex residente della prigione di Belmarsh nel Regno Unito ha spiegato di aver usato una "tecnica di profilazione investigativa" per accedere illegalmente agli account dei clienti "clonando" le identità del personale delle aziende mobili. Secondo Mulcaire, fu quindi in grado di ascoltare i messaggi vocali, compresi quelli che probabilmente erano "lasciati stati mandati da Harry e dai suoi amici".

Dalla sua incarcerazione nel 2007 per intercettazione illegale di messaggi telefonici da parte di Clarence House, Mulcaire è emerso come un importante informatore nelle attività di hacking del 'News of the World'. Durante la sua intervista con Byline Investigates, Mulcaire ha affermato che il "progetto" alla ricerca di tracce del presunto consumo di droga del principe Harry di 16 anni è stato guidato da Rebekah Wade, ora Brooks, redattore del 'News of the World' a quel tempo.

Brooks, che ora è il CEO della 'News UK' di Rupert Murdoch, probabilmente non era soddisfatta dei risultati dell'indagine illegale dell'investigatore.

"A Rebekah non erano piaciuti i risultati dell'indagine", ha spiegato l'informatore. "Non c'erano prove del fatto che il principe Harry stesse usando droghe, leggere, pesanti o meno."

La stessa Brooks è stata svincolata da tutte le accuse in relazione allo scandalo per l'hacking telefonico di News International, che presentava accuse relative all'intercettazione di messaggi telefonici dal fratello del principe Harry, il principe William e altri membri delle famiglie reali e dai loro aiutanti dal 2005 in poi. Ma ora sembra che l'intrusione illegale sia iniziata molto prima di quanto inizialmente pensato.

Lo scorso ottobre, il principe Harry ha annunciato che avrebbe citato in giudizio i proprietari del Sun e del Daily Mirror per presunto hacking nel suo telefono e messaggi privati ​​risalenti agli anni 2000.

Correlati:

Principe Harry e Meghan Markle sono "preoccupati per la sicurezza della famiglia" per i troppi droni
Il principe Harry è "già desideroso di tornare a casa"
Il principe Harry in primo video a Los Angeles: "la vita è cambiata radicalmente"
Tags:
Principe Harry
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook