12:19 01 Marzo 2021
Videoclub
URL abbreviato
0 140
Seguici su

Il cane è arrivato a Chelyabinsk al rifugio per retriever abbandonati "LABRiKO" domenica 31 gennaio.

Gli ex proprietari del Labrador di nome Hammer l'hanno nutrito fino a quasi 90 kg e poi quando si sono resi conto che non potevano più farcela economicamente, perché per il cane sono stati prescritti cibo e trattamenti molto costosi, hanno deciso di sopprimerlo.

Tuttavia, fortunatamente per il cane, in un post sulla sua possibile eutanasia si sono imbattuti i volontari di Ufa, che successivamente hanno contattato la fondatrice del rifugio per retriever abbandonati "LABRiKO" Ekaterina Gaeva e le hanno offerto di aiutare il cane a sottoporsi alla riabilitazione.

All'arrivo a Chelyabinsk, Hammer è stato portato da un veterinario. Ekaterina ricorda che il cane riusciva a muovere a malapena le zampe a causa degli artigli molto lunghi, che gli causavano dolore quando camminava.

All'esame di un veterinario, a Hammer è stata diagnosticata l'obesità: aveva urgente bisogno di perdere peso, altrimenti potevano iniziare seri problemi di salute, soprattutto a carico del fegato e delle articolazioni.

"Naturalmente, tale obesità non è solo esterna, è che tutti gli organi interni sono completamente coinvolti. Cioè, siamo già stati dal medico e si sono rifiutati di fare un'ecografia semplicemente perché il dispositivo non penetra un tale spessore di grasso ", ha detto Ekaterina.

Ora Ekaterina si è completamente occupata della salute e della dieta del suo nuovo amico. Ora il cane di sei anni deve perdere circa 40 chilogrammi per tornare alla normalità. Sotto la stretta attenzione di Ekaterina, il cane finalmente è andato in via di guarigione e ha iniziato a mostrare vivacità: cammina con piacere, cammina nella neve, cerca di seguire semplici comandi e sale le scale. E Ekaterina sta cercando una nuova casa amorevole per lui, in cui si prenderanno cura di Hammer.

Tags:
Russia, Animali
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altri video