15:59 23 Settembre 2020
Videoclub
URL abbreviato
0 05
Seguici su

Secondo la società Nornikel, la causa principale dell'incidente è il riscaldamento nel permafrost, che ha fatto cedere i piloni della struttura che reggeva le cisterne.

Il 29 maggio presso la centrale termoelettrica di Norilsk a seguito del cedimento di un supporto in calcestruzzo e della rottura di una cisterna, 20mila tonnellate di gasolio si sono riversate sul terreno. Si è poi verificato un incendio, prodotti petroliferi sono finiti nel fiume Ambarnaya e nei torrenti. L'area contaminata è di circa 180mila metri quadrati.

Il tribunale di Norilsk ha arrestato Vyacheslav Starostin, capo di un reparto della centrale termoelettrica locale, nel corso dell'inchiesta su una fuoriuscita di carburante, ha riferito a Sputnik Oksana Veselova, portavoce del tribunale regionale di Krasnoyarsk (Siberia). L'uomo in stato di fermo da ieri, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Ieri il presidente russo Vladimir Putin ha caratterizzato l'incidente come un'emergenza federale ed ha incaricato i dipartimenti competenti di valutare il lavoro dei funzionari locali.

Tags:
Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altri video