11:13 19 Maggio 2019
La bandiera americana

L'esercito americano acquisterà tremila robot portatili (VIDEO)

CC BY 2.0 / Mike Mozart / American Flag
Videoclub
URL abbreviato
316

L'esercito americano ha firmato un contratto con la società statunitense QinetiQ North America, una divisione della britannica QinetiQ, per la produzione e la fornitura dei robot portatili per il programma CRS (I). Secondo Defense News, il primo contratto prevede la consegna di robot per un totale di $152 milioni. Il numero esatto di dispositivi ordinati non è stato specificato, ma è noto che il costo totale di acquisto di robot potrebbe aumentare a 400 milioni di dollari; in questo caso, il volume di consegna dei dispositivi sarà di quasi tremila pezzi.

QinetiQ ha vinto un contratto per la fornitura di robot con il programma CRS (I) della società americana Endeavour Robotics. Si presume che la consegna dei nuovi robot inizierà nel 2020. L'esercito americano ha acquistato i robot QinetiQ come parte di un programma più ampio per unificare la flotta di sistemi robotici. Attualmente, le forze di terra statunitensi usano circa settemila robot di vari sistemi. Una grande varietà di sistemi aumenta i costi di gestione e manutenzione dei veicoli.

Il programma di unificazione del parco robot prevede l'acquisto di tre tipi di robot nell'ambito dei programmi CRS (I) (Common Robotic System (Individual)), MTRS Inc II (Man Transportable Robotic System Increment II) e CRS (H) (Common Robotic System (Individual)). Nell'ambito del programma CRS (I), i militari hanno cercato un robot che pesasse non più di 11,3 chilogrammi in modo da poter essere trasportato in uno zaino.

Che tipo di modello del robot sia stato acquistato dai militari, non è stato specificato. Nel programma CRS (I), sono stati testati i robot QinetiQ della famiglia Dragon Runner. Questa famiglia include due tipi di dispositivi: Dragon Runner 10 e Dragon Runner 20, con un peso di 5 e 9 chilogrammi rispettivamente. I robot sono dotati di una piattaforma cingolata, che può essere completata con supporti orientabili. Grazie a questa i robot possono salire le scale. A seconda del tipo di problema da risolvere, un manipolatore può essere posizionato sulla piattaforma cingolata.

Si presume che i soldati dell'esercito degli Stati Uniti saranno in grado di utilizzare i robot CRS (I) per la ricognizione negli edifici e per identificare posizioni nemiche, oltre a ispezionare edifici o strade per dispositivi esplosivi.

Nella primavera dello scorso anno, si è appreso che il Comando dell'esercito degli Stati Uniti pianifica di valutare la necessità di robot da combattimento a terra e d'identificare possibili scenari per l'uso di tali veicoli. I primi prototipi di veicoli da combattimento a controllo remoto dovrebbero essere creati entro la fine del 2019, in modo che gli specialisti militari possano iniziare i test nel 2020. Secondo il piano preliminare, dopo aver testato robot e veicoli a controllo remoto, i militari compileranno un elenco di raccomandazioni per il loro perfezionamento.

I prototipi migliorati saranno testati nel 2022. Nel 2024 si terrà la prova finale dei finalisti. Sulla base dei risultati delle tre fasi di test, gli specialisti dell'esercito statunitense intendono determinare i compiti che potrebbero essere affidati a veicoli da combattimento robotizzati, nonché decidere sulla necessità di mettere in servizio tali dispositivi come parte delle forze di terra.

Correlati:

La flotta americana si doterà di navi robot
Robot da combattimento "Uran-9" entra nell'arsenale dell'esercito russo
I robot diventeranno pericolosi per gli umani. Lo dicono gli scienziati
Tags:
USA, Tecnologia militare, tecnologia, Armi robotizzate, robot da guerra, robot
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altri video