04:02 22 Aprile 2019
Due carri armati americani della Seconda guerra mondiale sono stati portati in superficie dalle profondità del Mare di Barents dove giacevano presumibilmente dal 1945.

Carri armati americani della Seconda guerra mondiale scoperti dalla Flotta russa del Nord

© Sputnik
Videoclub
URL abbreviato
3456

Due carri armati americani della Seconda guerra mondiale sono stati portati in superficie dalle profondità del Mare di Barents dove giacevano presumibilmente dal 1945.

La squadra di soccorso della Flotta russa del Nord è arrivata all'estremità occidentale dell'isola di Kildin lo scorso 3 luglio. Qui, ad una profondità di 50-60 metri, giace la nave da carico americana "Thomas Donaldson", affondata solo pochi mesi prima della fine delle ostilità e che trasportava un carico prezioso per l'Unione Sovietica per scopi sia militari sia civili: carri armati e cannoni anti-aerei, automobili e motori per motoscafi, nonché abbigliamento e calzature. Due carri armati "Sherman", coperti da uno spesso strato di ruggine, sono stati riportati in superficie dagli specialisti russi.

"A parte i danni provocati dal ghiaccio, il metallo non presenta segni di corrosione; l'armamento è in perfette condizioni.Anzitutto si tratta di un'esperienza, la squadra di subacquei ci ha lavorato per cinque anni. È stato un lavoro molto complesso, in profondità e in condizioni estreme. L'esperienza del recupero è stata notevole".

"Una volta riportati a terra i due "Sherman" saranno ripuliti e analizzati, quindi aggiustati e dipinti. Non posso dire che torneranno a funzionare come prima, perché è un lavoro piuttosto costoso. Ma si farà il possibile. Per molti si tratta si storia viva, che può essere vista e toccata".    

Correlati:

Ricerca, gli USA sono superiori alla Russia per potenziale militare
Siria, Steinmeier: l’accordo tra Russia e USA si l’inizio della risoluzione del conflitto
Tags:
Seconda Guerra Mondiale, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altri video