23:29 21 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 11°C
    Videoclub

    La Cina si conferma principale produttore di droni militari

    Videoclub
    URL abbreviato
    32394291

    Vale la pena ricordare che gli apparecchi cinesi sono pari a quelli statunitensi per livello tecnico e a buon mercato.

    Secondo i media cinesi, durante l'undicesimo air show a Zhuhai, la Cina ha messo in mostra il nuovo drone Raduga-5 (CH-5). Questo drone senza pilota, sviluppato da CASC(China Aerospace Science and Technology Corporation), ha una maggiore capacità di volo, è in grado di trasportare armi e ad oggi è il più potente drone CH-5, dice l'esperto militare russo Vasilj Kashin.

    La Cina continua a confermare il suo ruolo di principale produttore di droni da combattimento. I  droni da combattimento della serie Raduga, "Arcobaleno", vengono già ampiamente esportati da anni. Sono stati usati in combattimento in Medio Oriente e nord Africa. Il CH-5 è il nuovo rappresentante di questa serie, con una maggiore capacità di volo. Può superare le 40 ore di indipendenza di volo dalla versione di base e raggiunge anche le  120-130 ore nella sua versione modificata. Può anche superare la distanza di 6500 km, sopportare un carico di combattimento di oltre 900 kg.

    Insieme ad un sistema di controllo via satellite, questo apparecchio può diventare uno strumento efficace per combattere gli insorti. Nel frattempo, la lotta contro i movimenti dei rivoltosi si è trasformata nella sua essenza negli ultimi anni. I droni cinesi sono in molti paesi del Medio Oriente, del Nord Africa e Asia  Centrale armi più allettanti rispetto alle americane.

    Uno dei motivi è perché gli americani accostano a qualsiasi accordo per la fornitura di armi nei Paesi in via di sviluppo molte condizioni legali. Inoltre, vale la pena ricordare che gli apparecchi cinesi sono pari a quelli statunitensi per livello tecnico e a buon mercato.

    La capacità di fornire ai propri partner un'efficace arma di combattimento attualmente è un prezioso strumento politico, che i cinesi, a quanto pare, potranno utilizzare sempre più. I droni da combattimento CH-5 sono solo una parte della gamma di proposte dell'industria cinese. La Cina è in grado di offrire anche droni tattici, semplici o sofisticati, realizzati con l'uso di tecnologie stealth, come per esempio, i CH-805.

    I droni possono essere utilizzati per la difesa aerea, con metodi di lotta meno appariscenti degli aerei o possono servire piattaforme per sistemi di intelligence, utilizzati in condizioni di forte contrasto con il nemico. In Cina vengono creati anche droni pesanti da ricognizione come gli americani Global Hawk, che saranno importanti per le azioni nell'Oceano Pacifico. L'offerta cinese è protagonista nel mercato mondiale di velivoli senza pilota.

    Correlati:

    Russia crea arma elettronica per contrastare “stormi” di droni
    USA: Stato Islamico usa droni per scopi militari
    Russia, ministero Difesa interessato a piattaforma nucleare per droni sottomarini
    Tags:
    drone, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Altri video