16:43 28 Gennaio 2020
Tema
Mondo

Le tensioni tra Usa e Iran dopo l'omicidio del generale Soleimani a Baghdad

Il 3 gennaio del 2020 gli Stati Uniti hanno effettuato un raid su due obiettivi collegati all'Iran nella capitale irachena di Baghdad.

 

Il comandante della Forza Quds del Corpo delle Guardie della Rivoluzione islamica iraniana, il Magg. Generale Qasem Soleimani, è stato ucciso dall'incendio provocato da un razzo vicino all'aeroporto internazionale di Baghdad.

 

Tra le vittime, oltre a Soleimani, c'era il vice comandante di un gruppo armato sciita Abu Mahdi al-Muhandis, che il segretario di Stato americano Mike Pompeo aveva accusato di aver attaccato l'Ambasciata americana a Baghdad il 31 dicembre.

 

La massima carica dello Stato iraniano, l'ayatollah Ali Khamenei, ha promesso di vendicare la morte di Soleimani.