00:54 25 Novembre 2020
Mondo

La conversione di Santa Sofia in moschea

Santa Sofia fu costruita dall'imperatore bizantino di fede cristiana Giustiniano I e venne inaugurata il 27 dicembre 537. La basilica ha rappresentato il tempio più grande del mondo cristiano per oltre mille anni. Dopo la conquista di Costantinopoli da parte degli ottomani e la caduta dell'Impero bizantino nel 1453, la cattedrale fu convertita in moschea, ma dal 1934 l'edificio, con decreto del fondatore del moderno stato turco, Kemal Ataturk, è diventato museo e ed è stato inserito nella lista dei patrimoni mondiali dell'UNESCO.

 

La decisione delle autorità turche di far diventare di nuovo una moschea Santa Sofia ha fatto "addolorare" anche Papa Francesco. In Italia il leader della Lega Matteo Salvini ha parlato di incompatibilità tra "un certo Islam" e la democrazia, commentando la decisione di Ankara.