Widgets Magazine
07:40 20 Ottobre 2019
Tema
Mondo

Alta tensione tra Iran, Regno Unito e USA dopo serie di sequestri di petroliere

Le tensioni tra Iran, Regno Unito e Stati Uniti sono cresciute dal 13 giugno, quando due petroliere statunitensi sono state attaccate nelle vicinanze dello Stretto di Hormuz. Washington ha accusato l'Iran dell'incidente, mentre Teheran ha negato con veemenza il suo coinvolgimento.

 

Una settimana dopo, un drone statunitense è stato abbattuto da Teheran; L'Iran ha insistito che il velivolo avesse violato il suo spazio aereo, spingendo Washington a introdurre sanzioni contro il capo supremo della nazione Ali Khamenei.

 

La situazione è peggiorata quando una superpetroliera iraniana presumibilmente diretta in Siria è stata sequestrata al largo di Gibilterra, per la presupposta violazione delle sanzioni UE contro Damasco.

 

In seguito, i media iraniani hanno riferito che il Corpo delle guardie rivoluzionarie iraniane aveva sequestrato una petroliera straniera dopo le voci che una petroliera battente bandiera panamense proveniente dagli Emirati Arabi Uniti era scomparsa dai radar. La voce è stata smentita da Teheran, che ha affermato che si trattava di una piccola nave di contrabbandieri, mentre Abu Dhabi ha negato la perdita della sua nave.

 

Le tensioni hanno continuato a salire dopo che il presidente degli Stati Uniti Trump ha affermato che un drone iraniano è stato abbattuto vicino a una nave da guerra statunitense nello Stretto di Hormuz. Tuttavia, Teheran ha negato l'accusa.

 

Più recentemente, l'Iran ha sequestrato due navi, una registrata nel Regno Unito e l'altra in Liberia, citando una violazione delle norme marittime internazionali. La nave con bandiera liberiana è stata successivamente rilasciata. Il Regno Unito ha condannato il sequestro della sua nave come un'azione "inaccettabile".