12:28 23 Settembre 2020
Mondo

Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Comitato Elettorale Centrale, il capo dello stato, Alexander Lukashenko, ha guadagnato l'80,1%, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

 

Da più di una settimana nel Paese si svolgono proteste non autorizzate contro i risultati delle votazioni. Nei primi giorni, i manifestanti sono stati dispersi, con le forze di sicurezza che hanno usato gas lacrimogeni, idranti, granate assordanti e proiettili di gomma. Secondo il Ministero degli Affari Interni, centinaia di persone sono rimaste ferite, tra cui circa 120 dipendenti del Ministero degli Affari Interni e delle forze di sicurezza, un manifestante, Alexander Taraikovsky è morto. Più di 6.700 mila persone sono state arrestate.

Per saperne di più