14:36 06 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Secondo il portale Medikforum, il tè della Giamaica aiuta a ridurre la pressione sanguigna e migliora i meccanismi di regolazione del sistema cardiovascolare.

Il fiore della Giamaica o Hibiscus sabdariffa è una pianta di malva coltivata in molte regioni del mondo e soprattutto in Centro America e Messico. I fiori contengono grandi quantità di vitamina C, potassio, acidi della frutta e flavonoidi.

Da essi si estrae un infuso rosso che si distingue per i seguenti benefici:

  • 1. Riduzione della pressione sanguigna

La bevanda all'ibisco ha la capacità di abbassare la pressione sanguigna sia sistolica che diastolica. Secondo studi scientifici, tre tazze di tè giamaicano al giorno possono ridurre di sette punti l'ipertensione.

  • 2. Protezione contro il colesterolo alto

L'infuso di fiori di Giamaica può abbassare i livelli di colesterolo, riducendo così il rischio di malattie cardiache. La pianta contiene quantità significative di antiossidanti che agiscono come pulitori delle arterie sanguigne, prevenendo l'accumulo di placche di colesterolo in esse.

  • 3. Rimani in forma

Il tè rosso contribuisce alla prevenzione dell'obesità. Grazie alla saturazione dei principi attivi, stimola il metabolismo, attiva il processo di digestione e la rimozione dall'organismo di composti indesiderati e potenzialmente tossici.

  • 4. Rafforzare il sistema immunitario.

Le grandi riserve di vitamina C contenute nel fiore della Giamaica rafforzano il corpo umano. Anche altri minerali, come il ferro e il potassio, contribuiscono all'equilibrio del sistema immunitario. Inoltre il tè del fiore della Giamaica ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche.

  • 5. Recupero dalla sindrome premestruale

Il tè del fiore della Giamaica ha un effetto antidepressivo e antispasmodico che aiuta a superare i disturbi premestruali. D'altra parte la pianta può aumentare i livelli di estrogeni e, quindi, alterare l'equilibrio ormonale. Si raccomanda di astenersi dal suo consumo da parte delle donne in gravidanza.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook