15:27 06 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Chiamato 2016 QE45, l’oggetto spaziale è stato classificato dalla NASA come un Apollo, la categoria più pericolosa di asteroidi le cui orbite si intersecano con quella del nostro pianeta e che rappresentano un certo pericolo di collisione. Il corpo celeste viaggia a una velocità estrema di 13 chilometri al secondo.

​Un enorme asteroide delle dimensioni di una nave da crociera sfreccerà a non molta distanza dalla Terra proprio questa settimana. La NASA ha affermato che l’asteroide di nome QE45 scoperto nel 2016, è stimato nell’ordine di grandezza tra i 120 e i 270 metri di larghezza, il che lo rende grande quasi quanto il transatlantico Queen Elizabeth II per fare un paragone.

Il corpo celeste passerà accanto al nostro pianeta il prossimo 24 aprile. Nonostante la sua prossimità, gli astrofili non saranno in grado di vederlo con i loro telescopi domestici a causa dell'enorme velocità dell'asteroide e della distanza che manterrà da noi. La NASA stima che la sua velocità sarà di migliaia di miglia orarie. Gli esperti di asteroidi, dicono anche l’oggetto spaziale QE45 scoperto nel 2016 non rappresenterà alcun rischio per il nostro pianeta, a differenza dell’asteroide 2010RF12, che secondo l'Agenzia spaziale europea (ESA) ha invece una probabilità di schiantarsi sulla Terra di 1 su 16.

Per fare un confronto comprensibile a tutti, la possibilità di vincere il jackpot è una su 302,5 milioni, se consideriamo la lotteria US Mega Millions. Tuttavia, l'appuntamento della Terra con l’asteroide 2010RF12 non avverrà molto presto. L'ESA ha affermato che il corpo celeste si avvicinerà al nostro pianeta solo nel 2095 e non sono ancora noti con precisione il mese e il giorno, quindi per ora siamo salvi.

Esplosioni nucleari per asteroidi potenzialmente pericolosi

Nell'attesa che l'asteroide 2010RF12 raggiunga la Terra al termine di questo secolo, gli scienziati affinano le tecniche e le tecnologie per difendere il pianeta dalle minacce che provengono dagli abissi dello spazio.

Tra le soluzioni resta in campo quella dell'utilizzo di armi nucleari da far esplodere sulla superficie dei meteoriti allo scopo di deviarne la rotta o di frantumarli in tanti piccoli frammenti meno innocui.

Nessuno, infatti, vorrebbe vedere l'effetto che farebbe la caduta di un asteroide grande quanto quello che estinse i dinosauri milioni di anni fa. Gli scienziati credono infatti che diede vita alla foresta pluviale dell'Amazzonia.

Tags:
Asteroidi, asteroide
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook