21:27 14 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
330
Seguici su

Nuovi dati dallo studio degli strumenti di pietra delle prime sepolture neolitiche indicano l'emergere di una divisione del lavoro per genere durante il periodo in cui l'agricoltura ha visto la luce in Europa. I risultati della ricerca sono pubblicati sulla rivista PLOS ONE.

Ricercatori spagnoli dell'Alto Consiglio per la ricerca scientifica di Barcellona, ​​insieme ai loro colleghi britannici dell'Università di York, hanno analizzato più di 400 strumenti di pietra ritrovati nelle prime tombe del Neolitico dell'Europa centrale. Gli autori hanno esaminato le caratteristiche fisiche degli strumenti, compresi i modelli di usura microscopici, per determinare come sono stati utilizzati, e condotto analisi isotopiche e studi osteologici dei reperti tombali.

I risultati hanno mostrato che 5.000 anni fa, gli uomini venivano sepolti con strumenti di pietra che venivano usati per la lavorazione del legno, la macellazione, la caccia, così come armi contro altri uomini, mentre le donne erano sepolte con strumenti per la lavorazione di pelli.

Con la diffusione dell'agricoltura in Europa, la divisione del lavoro per genere sessuale è cambiata. I ricercatori hanno concluso che i diversi ruoli di uomini e donne hanno svolto un ruolo fondamentale nella transizione verso l'agricoltura nelle civiltà umane.

"La nostra ricerca punta a un'organizzazione sociale di genere complessa e dinamica, radicata nella divisione sessuale del lavoro fin dall'inizio del neolitico", scrivono gli autori dell'articolo.

Gli autori ritengono che questi risultati forniscano nuove prove sul fatto che nel primo Neolitico, durante la transizione all'agricoltura, prese forma in Europa una nuova divisione di genere del lavoro.

"I risultati non sono indicativi della disuguaglianza di genere precoce, ma in realtà mostrano quanto siano state dinamiche le società agricole e come in modo flessibile abbiano utilizzato le diverse abilità dei loro membri", ha detto la responsabile della ricerca Alba Masclans Latorre in un comunicato stampa della York University.

"Il ruolo delle donne e il loro contributo alle prime società umane è spesso sottovalutato. Qui mostriamo che hanno svolto un ruolo attivo nella formazione delle prime comunità agricole".

"Il loro ruolo era così importante che è stato notato durante la sepoltura. Vediamo lo stesso nelle tombe degli uomini. Questo suggerisce che già a quel tempo sono stati identificati ruoli di genere che sono estremamente importanti per il corretto funzionamento della loro società", osserva Alba Masclans Latorre.

"I compiti assegnati alle donne completavano il lavoro degli uomini. Il fatto che siano state sepolte con i loro strumenti la dice lunga sul valore del loro lavoro", ha rilevato Penny Bickle, archeologa all'università di York.

Secondo i ricercatori, la presenza di un gran numero di strumenti nelle zone di sepoltura delle donne indica che insieme agli uomini erano impegnate in lavori manuali pesanti ed erano membri alla pari nella loro società.

Chiarita dagli archeologi la divisione del lavoro in base al sesso nell'antichità
Chiarita dagli archeologi la divisione del lavoro in base al sesso nell'antichità
Tags:
Storia, Donna, uomini, Lavoro, Archeologia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook