19:53 11 Aprile 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Medici americani hanno scoperto che se infettata da SARS-CoV-2, la barriera naturale che impedisce alla microflora intestinale di entrare nel sistema circolatorio, può essere danneggiata. Questo può causare problemi digestivi e peggiorare il quadro clinico dei malati di Covid-19.

Cercando di capire per quale motivo circa un terzo dei portatori di forme gravi di COVID-19 soffrisse di problemi intestinali, medici americani, guidati da un professore dell'Università dell'Alabama, hanno scoperto una delle conseguenze inaspettate della penetrazione del coronavirus nell’intestino.

Durante lo studio, pubblicato su bioRxiv, gli scienziati hanno raccolto campioni di sangue da tre dozzine di volontari che avevano contratto il virus SARS-CoV-2 l'anno scorso ed erano stati trattati in una clinica universitaria. I medici hanno studiato questi soggetti, controllando anche per tracce di batteri che potessero aggravare la malattia.

Si è scoperto che il 65% dei campioni di plasma di coloro che avevano sviluppato la malattia Covid-19, aveva una importante quantità di tracce del genoma di rappresentanti tipici della microflora intestinale.

Gli scienziati non hanno trovato tali tracce nel sangue anche dei soggetti sani, il che ha portato alla deduzione di una correlazione diretta.

I malati presentavano nel sangue anche molecole della proteina FABP2, che è prodotta principalmente dalle cellule intestinali.

Tutto ciò mostrerebbe che i microbi sarebbero entrati nel flusso sanguigno dei pazienti a causa di una violazione della barriera tra il sistema digestivo e quello circolatorio. Gli scienziati non possono ancora dire in che modo esattamente tutto questo sia influenzato dall'infezione da SARS-CoV-2 ma ipotizzano che possa dipendere da malfunzionamenti dei recettori ACE2, che svolgono un ruolo importante nel funzionamento di questa barriera e che il virus utilizza per entrare nelle cellule.

Gli scienziati sostengono che questo possa spiegare per quale motivo i casi gravi di Covid-19 siano spesso accompagnati da gravi infezioni batteriche e problemi digestivi.

L’articolo pubblicato è tuttavia una prestampa scientifica e non è ancora stato sottoposto a revisione e contraddittorio per cui è presto per giungere a conclusioni definitive.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook