10:00 23 Aprile 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

L'autore principale del nuovo studio sostiene che la presenza di pianeti "con la stessa quantità di acqua e carbonio della Terra" può verificarsi piuttosto frequentemente nella Via Lattea, "a condizione che la temperatura sia giusta".

Un team di scienziati ritiene che caratteristiche come l'acqua liquida e le masse continentali potrebbero non trovarsi solo sulla Terra (o Marte e Venere nel lontano passato) ed essersi formati su altri esopianeti nella nostra galassia. Lo riporta space.com.

Come ha spiegato Anders Johansen, astronomo dell'Università di Copenaghen e autore principale del nuovo studio, i dati suggeriscono che "l'acqua faceva parte degli elementi costitutivi della Terra, sin dall'inizio".

"Poiché la molecola d'acqua si verifica frequentemente, c'è una ragionevole probabilità che ciò accada su tutti i pianeti della Via Lattea. Il punto decisivo per la presenza di acqua liquida dipende dalla distanza del pianeta dalla sua stella", ha detto.

Nel corso del loro studio, gli scienziati hanno stabilito che i "mattoni primari" del nostro pianeta erano "minuscole particelle di ghiaccio e carbonio di dimensioni millimetriche", così come "ciottoli che fluttuano attraverso il disco protoplanetario".

"Tutti i pianeti della Via Lattea possono essere formati dagli stessi elementi costitutivi e ciò significa che la presenza di pianeti con la stessa quantità di acqua e carbonio della Terra - e quindi potenziali luoghi in cui può essere presente la vita - si verifica frequentemente intorno ad altre stelle nella nostra galassia, a condizione che la temperatura sia giusta ", ha osservato Johansen.

Martin Bizzarro, professore dell'Università di Copenaghen e coautore dello studio, ha anche osservato che i pianeti nel loro modello "possono anche sfoggiare continenti".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook