13:30 09 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 80
Seguici su

La vitamina D è assolutamente fondamentale per la salute fisica e mentale. Tuttavia il consumo eccessivo può avere effetti collaterali, pertanto bisogna assumerla nelle dosi consigliate dal medico.

"La vitamina D in sé non è allergica, ma diversi produttori utilizzano alcuni additivi per migliorarne il gusto, il rivestimento esterno, etc. Possono provocare allergie", ha spiegato la terapeuta Natalia Ukleina in un commento per il canale 360.

Con un eccesso di vitamina D, possono comparire prurito, mal di testa e nausea, ha avvertito la dottoressa Larisa Alexeyeva. Questa vitamina può accumularsi nel fegato, nei reni e nei vasi sanguigni.

Tuttavia, ora nelle farmacie, le vitamine vengono vendute in speciali dosi profilattiche. Una dose sicura di vitamina D è considerata pari a 600 UI. 

Diversi studi internazionali suggeriscono un legame diretto tra bassi livelli di vitamina D e la probabilità di sviluppare un decorso grave del Covid-19. È stato scoperto che le vitamine D e C aumentano effettivamente l'immunità e sono in grado in certa misura di contrastare l'azione del virus.

Tuttavia quando si assume qualsiasi integratore, è sempre necessario rispettare la dose giornaliera, ha sottolineato la dottoressa Alexeyeva. Ha anche esortato a evitare l'automedicazione. Soprattutto i complessi vitaminici che possono causare gravi effetti collaterali e causare allergie dovrebbero essere evitati.

Tags:
Salute, Scienza e Tecnica
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook