11:40 01 Marzo 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (325)
387
Seguici su

Secondo un recente studio, con una media di 16 anni persi per morte, la pandemia di coronavirus potrebbe essere responsabile della perdita di oltre 20,5 milioni di anni di vita a livello globale.

Gli anni di vita persi (YLL - Years of life lost) - la differenza tra l'età alla morte a causa del COVID-19 e l’età corrispondente all’aspettativa di vita. Nei paesi fortemente colpiti potrebbe essere da due a nove volte superiori all'indice YLL causato dalla normale influenza stagionale.

Héctor Pifarré Arolas, Mikko Mÿrskyla e colleghi, per il loro studio pubblicato su Scientific Reports, hanno utilizzato i dati di 1.279.866 decessi in 81 paesi, nonché dati sull'aspettativa di vita e proiezioni per decessi totali di COVID-19 per paese.

Gli autori stimano che in totale 20.507.518 anni di vita potrebbero essere andati persi a causa del COVID-19 negli 81 paesi inclusi in questo studio - 16 anni circa per ogni singolo decesso. Del totale YLL, il 44,9% risulta essersi verificato in individui di età compresa tra 55 e 75 anni, il 30,2% in soggetti di età inferiore a 55 anni e il 25% in quelli di età superiore a 75.

Nei paesi per i quali erano disponibili i conteggi dei decessi per sesso, YLL era del 44% più alta negli uomini che nelle donne.

Rispetto ad altre cause comuni di morte globali, l’YLL associato al COVID-19 è da due a nove volte maggiore rispetto all’YLL associato all'influenza stagionale e tra un quarto e mezzo rispetto all’YLL attribuibile alle condizioni cardiache.

Gli autori avvertono che i risultati devono essere compresi nel contesto della pandemia in corso: forniscono un'istantanea dei possibili impatti del COVID-19 sull’YLL a partire dal 6 gennaio 2021. Le stime di YLL possono essere sovrastimate o sottostimate a causa della difficoltà di registrare accuratamente i decessi correlati al COVID-19 nel mondo.

Tema:
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (325)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook