02:47 02 Marzo 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
111
Seguici su

Secondo quanto riferito, l'esperimento condotto dal team scientifico ha dimostrato che i batteri selezionati possono prosperare sulla regolite marziana e che i nutrienti prodotti da quel batterio possono essere utilizzati anche per sostenere altre colture.

Un team di scienziati ha messo a punto un metodo che potrebbe potenzialmente consentire alle future missioni con equipaggio su Marte di mantenere gli habitat sulla superficie del Pianeta Rosso.

Secondo ScienceAlert, gli scienziati hanno cercato di raggiungere il loro obiettivo attraverso l'uso di cianobatteri che, come ha spiegato l'autore principale Dr Cyprien Verseux dell'Università di Brema, "possono utilizzare i gas disponibili nell'atmosfera marziana, a bassa pressione, come fonte di carbonio e azoto”.

Come sottolinea il media, mentre tutte le specie di cianobatteri "producono ossigeno come sottoprodotto fotosintetico", e mentre questi batteri possono essenzialmente produrre composti organici e nutrienti dall'anidride carbonica e dall'azoto che costituiscono la maggior parte dell'atmosfera marziana, la pressione atmosferica relativamente bassa sul Pianeta Rosso (circa l'1% di quella sulla Terra) rappresenta una "battuta d'arresto significativa".

I ricercatori hanno quindi deciso di costruire un bioreattore chiamato Atmos che utilizza materiali che possono essere ottenuti su Marte, come l'acqua e "un simulatore di regolite marziana", e che mantiene la pressione atmosferica circa il 10 per cento di quella terrestre.

Nel corso dell'esperimento, il team ha stabilito che le specie di cianobatteri che hanno selezionato crescevano "vigorosamente" sia nelle camere del reattore che utilizzavano un mezzo di coltura sia nelle camere che utilizzavano la regolite marziana simulata.

Inoltre, gli scienziati hanno scoperto che i nutrienti ottenuti dai cianobatteri possono quindi essere utilizzati per nutrire altre colture, "che possono quindi essere utilizzate per altri scopi, come la produzione di farmaci", aggiunge il media.

"Il nostro bioreattore, Atmos, non è il sistema di coltivazione che useremmo su Marte: ha lo scopo di testare, sulla Terra, le condizioni che forniremmo lì", ha sottolineato Verseux. "Ma i nostri risultati aiuteranno a guidare la progettazione di un sistema di coltivazione marziano... Vogliamo passare da questo proof-of-concept a un sistema che può essere utilizzato su Marte in modo efficiente".
Tags:
Marte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook