00:50 28 Febbraio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Dopo l'ok di Ema, l'agenzia italiana del farmaco aveva dato indicazione di utilizzo del vaccino su una popolazione di fascia d'età compresa tra 18 e 55 anni.

La Commissione tecnico-scientifica (Cts) dell'ente regolatore italiano (Aifa), dà il via libera alla somministrazione del vaccino dell'azienda farmaceutica AstraZeneca nelle popolazione over 55,  a meno che non presenti fattori di rischio. L'ok arriva a due giorni dall'autorizzazione del farmaco, dopo una ulteriore valutazione del rapporto beneficio/rischio. 

“In attesa di acquisire ulteriori dati, anche dagli studi attualmente in corso, al momento per il vaccino AstraZeneca si suggerisce un utilizzo preferenziale nelle popolazioni per le quali sono disponibili evidenze maggiormente solide, e cioè soggetti giovani tra i 18 e 55 anni. Si ribadisce tuttavia che, sulla base dei risultati di immunogenicità e dei dati di sicurezza, il rapporto beneficio/rischio di tale vaccino risulta favorevole anche nei soggetti di età più avanzata che non presentino specifici fattori di rischio“, si legge nel parere della Cts pubblicato sul sito ufficiale dell’Agenzia Italiana del farmaco.

In un primo momento Aifa aveva indicato la somministrazione soltanto per le fasce d'età incluse dai 18 ai 55 anni. I dati degli studi registrativi del vaccino AstraZeneca mostrano un livello di incertezza nella stima di efficacia nei soggetti sopra i 55 anni, in quanto tale popolazione (nella quale tuttavia si è osservata una buona risposta anticorpale) era scarsamente rappresentata.

In generale l’efficacia del vaccino Astra Zeneca risulta inferiore rispetto a quella dei vaccini a RNA messaggero, come quelli di Pfizer/Biontech e Moderna, già autorizzati dall'autorità europea (EMA). Tuttavia il livello di protezione offerto dal vaccino Astra Zeneca apporta comunque un beneficio rilevante in termini di contenimento della pandemia, anche in considerazione della maggiore maneggevolezza d’uso. 

"In virtù della maggiore robustezza delle evidenze di efficacia, si suggerisce un utilizzo preferenziale dei vaccini a Rna messaggero nei soggetti anziani e/o a più alto rischio di malattia grave", si legge nel comunicato di Aifa. 

In precedenza, il vice ministro della Sanità, Pierpaolo Sileri, aveva chiesto ad Aifa di rivedere i limiti di età per la somministrazione del vaccino della anglosvedese sino ai 65 anni. Il disco verde di Ema per AstraZeneca è arrivato lo scorso venerdì 29 gennaio.

Tags:
Coronavirus, vaccino, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook