05:50 16 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
Di
0 10
Seguici su

Una ricerca del Laboratorio di Neuroscienze Cognitive Sociali del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma svela come il nostro volto riesca a trasmettere le emozioni nonostante sia coperto dalla mascherina.

Il volto coperto dalla mascherina tradisce lo stesso le nostre emozioni. A rivelarlo è uno studio del Laboratorio di Neuroscienze Cognitive Sociali del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma che si è guadagnato la pubblicazione sulla rivista scientifica Nature Scientific Reports.

Secondo l’analisi della ricercatrice Marta Calbi, anche se la mascherina copre bocca e naso, tutte le espressioni di tristezza, rabbia, felicità, dubbio, vengono percepite dal nostro interlocutore.

Insomma, i dispositivi di protezione, necessari in questa fase a contenere la diffusione del virus, non influenzano il riconoscimento delle emozioni nelle relazioni interpersonali.

Anzi, secondo la ricerca indossare la mascherina aiuta a socializzare e ridurre la distanza reciproca, offrendo un senso di protezione dal rischio di contrarre l’infezione.

Donna con una mascherina
© Sputnik . Valery Melnikov
Donna con una mascherina

 

In questo senso, però, lo studio ha evidenziato un comportamento diverso da parte degli individui di sesso maschile o femminile, sui rapporti con gli estranei in tempo di pandemia.

Le donne, ad esempio, tendono a valutare la distanza da mantenere con la persona che hanno di fronte proprio a seconda dell’emozione che percepiscono sul volto dell’interlocutore.

Gli uomini, invece, scelgono di avvicinarsi più o meno agli estranei a seconda del tipo di dispositivo indossato. Come si legge su Askanews, che ha sintetizzato il contenuto dell’articolo di Nature Scientific Report, se davanti c’è una persona che indossa una mascherina di stoffa o chirurgica, gli uomini tendono ad ampliare la distanza. Se, invece, l’individuo porta una mascherina con il filtro, più protettiva, si verifica una tendenza ad avvicinarsi.

Infine, secondo l’analisi del Laboratorio di Neuroscienze Cognitive Sociali dell’Università di Parma, la paura di contrarre il Covid sarebbe strettamente collegata agli specifici tratti della personalità di ognuno.

Una circostanza che dimostra come la pandemia stia avendo un impatto sul benessere psicofisico della popolazione.

Correlati:

Uso mascherina all’aperto, Sileri ipotizza la toglieremo in primavera
Non solo Covid: distanziamento e mascherina contengono anche l'influenza
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook