11:34 26 Febbraio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
131
Seguici su

Un team internazionale di scienziati ha scoperto che i macachi di Bali sono abbastanza intelligenti da stimare il valore degli oggetti che rubano ai turisti. La scoperta contraddice una delle ipotesi più famose dell'eminente economista britannico Adam Smith.

I ricercatori hanno filmato le scimmie nel tempio di Uluwatu a Bali, in Indonesia, per 273 giorni tra il 2015 e il 2016, oltre a osservarle anche nel 2019. I primati che vivono lì spesso rubano oggetti come borse, cappelli, occhiali da sole, tablet e telefoni ai turisti in cambio di cibo.

Durante le indagini sul loro comportamento, gli scienziati dell'Università di Lethbridge (Canada) e dell'Università di Udayana (Indonesia) si sono resi conto che i primati erano in grado di stimare il valore di ciò che avevano rubato. La loro capacità di barattare con gli umani aumenta con l'età e l'esperienza di ogni particolare macaco.

Spesso la trattativa per la restituzione di un oggetto rubato tra un macaco e un turista durava diversi minuti. Una volta una vittima ha dovuto attendere fino a 25 minuti, inclusi 17 minuti di negoziazione, affinché il primate restituisse i suoi averi.

Le scimmie adulte, ad esempio, tendono ad accumulare "varie ricompense alimentari" prima di restituire un oggetto di valore ed erano "più propense" ad accettare una "ricompensa di cibo meno preferito" in cambio di un oggetto di valore inferiore, dice lo studio pubblicato sulla rivista Royal Society.

"Questa pratica spontanea, specifica per la popolazione, prevalente, intergenerazionale, appresa e socialmente influenzata, può essere il primo esempio di un'economia simbolica mantenuta culturalmente negli animali selvatici", osservano gli autori dello studio.

Inoltre i ricercatori hanno notato che gli astuti macachi preferivano rubare oggetti che gli esseri umani molto probabilmente avrebbero scambiato con cibo, come dispositivi elettronici, piuttosto che oggetti a cui i turisti si preoccupavano meno, ha spiegato Jean-Baptiste Leca, professore associato nel dipartimento di Psicologia dell'Università di Lethbridge e autore principale dello studio.

In questo modo le scimmie sono diventate abili nel rapinare i turisti incapaci che non hanno seguito le raccomandazioni del personale del tempio e non hanno tenuto tutti gli oggetti di valore in borse con cerniere chiuse dietro la schiena, ha detto lo scienziato canadese.

"Questi comportamenti sono socialmente adottati e vengono mantenuti da diverse generazioni di scimmie per almeno 30 anni in questa popolazione", ha riassunto.

Le nuove scoperte smentiscono completamente l'ipotesi una volta descritta dall'eminente economista britannico Adam Smith nel suo lavoro The Wealth of Nations.

Questo manoscritto, pubblicato nel 1776, è a suo modo una sorta di bibbia del capitalismo in cui parla della propensione degli esseri umani al baratto e della "mano invisibile" che guida il mercato. In particolare, Smith sosteneva che nessuno aveva mai visto un animale che, con i suoi gesti e le sue grida, accennava a un altro: "Questo è mio, questo è tuo; sono disposto a darti questo per quello".

"Nessuno ha mai visto un cane fare uno scambio giusto e deliberato di osso per osso con un altro cane", ha scritto l'economista.

I macachi di Bali contrastano e sconfiggono le deduzioni di Smith.

Correlati:

Giappone: SPA per i macachi nelle sorgenti geotermiche della "Valle dell'Inferno"
Сoronavirus, vaccino Gb-Italia testato con successo sul macaco rhesus. Perché è importante?
Vita da macaco: lei finge di svenire, lui le fa la respirazione bocca a bocca, il fotografo riprende
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook