08:59 06 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
32025
Seguici su

I deceduti erano tutti anziani con gravi problemi di salute. L'Agenzia norvegese per i medicinali ha quindi esortato a riconsiderare se vaccinare i più deboli, nonostante sostenga che il vaccino ha "pochissimi rischi".

Quattro giorni prima di Capodanno, in Norvegia sono iniziate le somministrazioni del vaccino Pfizer/BioNTech. Da quando Svein Andersen (67) presso la casa per anziani di Ellingsrudhjemmet è diventato il primo norvegese a farsi vaccinare, oltre 33mila connazionali hanno ricevuto il vaccino nelle settimane successive.

È stato annunciato in anticipo che il vaccino potrebbe causare effetti collaterali di varia gravità e ora l'Agenzia norvegese per i medicinali ha mappato quali si sono verificati. Sono stati segnalati un totale di 29 effetti collaterali, ma con una percentuale allarmante di morti.

"Di questi, ci sono 13 decessi, nove effetti collaterali gravi e sette effetti collaterali meno gravi", ha detto all'emittente nazionale NRK il direttore medico dell'Agenzia norvegese per i medicinali Steinar Madsen.

L'Agenzia norvegese per i medicinali ha segnalato un totale di 23 decessi in relazione alla vaccinazione. Tuttavia, solo 13 di questi sono stati valutati finora. Tutti i decessi rilevati si sono verificati tra pazienti anziani e fragili in case di cura. Tutti i morti hanno più di 80 anni e alcuni addirittura più di 90.

"Sembra che alcuni di questi pazienti abbiano avuto effetti collaterali così gravi sotto forma di febbre e malessere che possono aver aggravato le loro patologie fino alla morte", ha detto Madsen.

Allo stesso tempo, Madsen ha sottolineato che questi casi sono rari e che molte migliaia di persone fragili sono state vaccinate senza esito fatale. "Fragile" significa pazienti con gravi problemi cardiaci, demenza, malattia polmonare ostruttiva cronica e altre patologie gravi.

Madsen ha detto che l'agenzia non è preoccupata per l'entità degli effetti collaterali confermati finora.

“Non siamo allarmati da questo. È abbastanza chiaro che questi vaccini hanno un rischio minimo, con una piccola eccezione per i pazienti più fragili", ha detto Madsen.

I nove pazienti che hanno avuto gravi effetti collaterali hanno lamentato reazioni allergiche, forte malessere e febbre grave. I sette effetti collaterali meno gravi includevano un forte dolore nel punto d'iniezione.

Tuttavia, l'Agenzia norvegese per i medicinali ha avvertito le autorità di considerare attentamente l'ordine di vaccinazione.

“I medici devono ora considerare attentamente chi dovrebbe essere vaccinato. Coloro che sono molto fragili e alla fine della vita possono essere vaccinati dopo una valutazione individuale", ha detto Madsen.

Ciò è in linea con le raccomandazioni rilasciate all'inizio di questa settimana dall'Istituto norvegese di sanità pubblica.

In precedenza, sei persone sono morte durante le sperimentazioni sui vaccini Pfizer / BioNTech, ma solo a due di loro è stato effettivamente somministrato il vaccino. Gli altri quattro hanno ricevuto una soluzione placebo sicura di sale e acqua.

Ad oggi Pfizer ed i centri per il controllo delle malattie infettive stanno esaminando la morte di un medico deceduto dopo aver ricevuto il vaccino. Il medico di 56 anni del Mount Sinai Medical Center di Miami è morto 16 giorni dopo aver ricevuto il vaccino, sviluppando una rara malattia del sangue.

La Norvegia ha visto oltre 57.000 casi di Covid-19 e oltre 500 decessi.

In precedenza in Germania era stata avviata un'indagine per capire la causa di morte di 10 persone dopo che avevano ricevuto il vaccino.

Correlati:

In Norvegia 23 morti dopo vaccinazione con preparato Pfizer-BioNTech
In Norvegia 2 ospiti di casa di riposo deceduti dopo vaccinazione con preparato Pfizer
Gran Bretagna e Norvegia preparano la "Guerra del Merluzzo" contro la UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook