22:55 15 Gennaio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
Di
211
Seguici su

L'impatto tra l'asteroide e il nostro pianeta provocherebbe un'esplosione 15 volte più potente di quello della bomba atomica sganciata su Hiroshima.

È grande come la Grande Piramide di Giza e preoccupa gli esperti della Nasa.

Le probabilità che l’asteroide 2009 JF1, un gigante da 130 metri di diametro, colpisca la Terra, secondo l’Esa, l'Agenzia Spaziale Europea, sono una su 3800.

Ma ad impensierire gli scienziati è la scoperta più o meno recente del meteorite, individuato nel 2009. Un particolare, questo, che fa si che non ci siano informazioni precise sulla sua orbita.

Per questo, come si legge sul Mattino, secondo il monitoraggio sulla Nasa effettuato con il sistema Sentry, l’asteroide rientra tra i cinque corpi celesti a maggior rischio di collisione con il nostro pianeta.

La data “x” per la eventuale collisione dell’asteroide 2009 JF1 con la Terra secondo l’agenzia spaziale americana, è il 6 maggio 2022. Lo scenario, nella peggiore delle eventualità, ovvero quella di un impatto sul globo terrestre, secondo i siti specializzati, sarebbe “apocalittico”.

La deflagrazione sarebbe pari a quella di 230 chili di dinamite. Per fare un paragone, si tratterebbe di un'esplosione quindici volte più potente di quella della bomba atomica sganciata su Hiroshima nel 1945.

Anche se il meteorite cadesse in una zona remota dell’Oceano Pacifico, secondo il report della Nasa, l’impatto sarebbe tale da creare “un devastante tsunami” o un “inverno nucleare”.

L’obiettivo degli scienziati, quindi, è evitare che si verifichi la collisione proprio attraverso il sistema che monitora “gli asteroidi a maggior rischio di futuro impatto con la terra nei prossimi cento anni”.

Un lavoro che tiene impegnate le principali agenzie spaziali del globo. Sempre secondo Il Mattino, infatti, nei prossimi mesi una navicella spaziale, la Dart, sarà proiettata in orbita dalla Nasa, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea, proprio per evitare che un pericoloso meteorite, Dimorphos, faccia rotta sulla Terra.

Correlati:

30° anniversario del telescopio Hubble: immagini sconosciute dello spazio, pubblicate dalla NASA
NASA: un asteroide più grande della Statua della Libertà volerà vicino alla Terra a Natale
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook