02:49 13 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 120
Seguici su

Alcuni buchi neri supermassicci al centro delle galassie potrebbero essere dei "portali" per regioni distanti dell'universo. Questa è la conclusione raggiunta dagli scienziati russi, la cui ricerca è stata pubblicata sulla rivista Monthly Notices of the Royal Society.

Secondo gli esperti, una navicella può teoricamente passare attraverso tali "portali" o "wormhole", ma l'alto livello di radiazioni finirebbe per uccidere l'equipaggio.

I ricercatori notano che i buchi neri, come i "wormhole", hanno una gravità potente, tuttavia, a differenza di questi ultimi, non hanno accesso in un altro punto dell'universo.

Come ha chiarito uno degli autori del lavoro, il fisico Mikhail Piotrovich, gli scienziati hanno fatto pochi progressi nello studio dei "wormhole". L'oggetto simile più vicino si trova a una distanza di 13 milioni di anni luce dalla Terra, una distanza irraggiungibile per l'uomo.

Correlati:

I buchi neri ‘cucinano le loro galassie’ - studio
Spettacolo raro nell’Universo: 3 enormi buchi neri stanno per scontrarsi
Premio Nobel per la fisica assegnato per la ricerca sui buchi neri
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook