23:06 15 Gennaio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Il telescopio Daniel Inoue (DKIST) delle Hawaii, il più grande osservatorio solare del mondo, ci offre la foto più dettagliata di una macchia solare. L'immagine è un'indicazione di come l'ottica avanzata del telescopio fornirà agli scienziati la migliore vista del Sole dalla Terra durante il prossimo ciclo solare.

 La foto è stata scattata dal telescopio il 28 gennaio 2020, venendo però pubblicata solamente ora insieme a un nuovo articolo di Thomas Rimmele, direttore associato del National Solar Observatory (NSO) dell'organizzazione e responsabile della costruzione e del funzionamento del telescopio solare Inouye ( NSF).

La larghezza della macchia solare catturata è di poco più di 16 mila chilometri e potrebbe inghiottire l'intera Terra, il cui diametro all'equatore è di 12.754 chilometri. Le dimensioni delle strutture più piccole nell'immagine raggiungono i 20 chilometri.

"L'immagine delle macchie solari raggiunge una risoluzione ottica di circa 2,5 volte superiore rispetto al passato, mostrando strutture magnetiche di appena 20 chilometri sulla superficie del Sole", afferma Rimmele.

Dettagli sorprendenti

Rivelata l'immagine più dettagliata di una macchia solare
© Foto : NSO/AURA/NSF
Rivelata l'immagine più dettagliata di una macchia solare

Non è solo la foto di una macchia solare visibile sul Sole, dicono gli scienziati. Rivela i dettagli di come la sua struttura appaia in superficie.

L'immagine tratteggiata di gas caldo e freddo che emerge dal centro più scuro è il risultato di una convergenza di forti campi magnetici e gas caldi che bollono dal basso, spiegano gli autori dello studio in un comunicato stampa pubblicato da NSO.

La concentrazione di campi magnetici in questa regione oscura della macchia solare, a sua volta, impedisce al calore del Sole di raggiungere la superficie. Sebbene questa zona scura sia più fredda dell'area circostante della stella, è ancora estremamente calda - la temperatura è infatti di 4.149 gradi Celsius.

Il Sole ha raggiunto il minimo solare, ovvero il periodo del minor numero di macchie presenti durante il suo ciclo di 11 anni, nel dicembre 2019. Il punto catturato dal telescopio Daniel Inoue è stato uno dei primi del nuovo ciclo, la cui massima attività è prevista a metà del 2025.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook