14:50 17 Gennaio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
130
Seguici su

Isaac Newton alla sua morte ci ha lasciato un gran numero di documenti, che tra note e manoscritti conterrebbero 10 milioni di parole. Sebbene molti si occupino di scienza e matematica, altri rivelano un lato inedito del geniale scienziato.

Scritti recentemente scoperti, che rivelano come Isaac Newton cercasse di svelare i segreti delle piramidi in Egitto mentre formulava la sua teoria della gravità, dovrebbero essere venduti per centinaia di migliaia di sterline quando l'asta si chiuderà martedì.

Gli appunti inediti, che si pensa siano stati prodotti nel 1680 e trovati solo circa 200 anni dopo la morte di Newton, ora sono stati messi in vendita da Sotheby's.

Newton, che ha fondato le basi della fisica moderna stabilendo le leggi del movimento e della gravità, studiò le piramidi durante la fine del XVII secolo mentre si trovava nel suo luogo di nascita, Woolsthorpe Manor nel Lincolnshire, mentre cercava inoltre di svelare segreti come la codifica biblica e la tempistica precisa dell'Apocalisse.

Gli appunti del leggendario matematico ce lo mostrano disperatamente intento a decifrare l'unità di misura usata dagli antichi egizi per costruire le piramidi.

Newton credeva che la civiltà egizia avesse elaborato un modo misurare la Terra e credeva che, se avesse compreso il modo in cui avevano fato i calcoli alla base delle costruzioni delle piramidi, avrebbe potuto misurare la circonferenza del pianeta.

I margini dei fogli presentano segni di ustioni, che si dice siano dovute al fatto che il suo cane, Diamond, abbia fatto cadere una candela dopo essere saltato sul tavolo.

Newton stava anche cercando di decodificare la profezia biblica e voleva decifrare le dimensioni del Tempio di Salomone.

Sebbene la sua reputazione derivi dai suoi successi in matematica, gli interessi principali di Newton erano l'alchimia e la teologia. La sua ossessione per la scienza che si proponeva di trasformare tutti i metalli in oro, così come le sue convinzioni religiose non ortodosse, furono tenute segrete per preservarne la carriera.

"Questi sono documenti davvero affascinanti perché ti permettono di vedere Newton che cerca di carpire i segreti delle piramidi", ha detto a 'The Observer' Gabriel Heaton, specialista di manoscritti di Sotheby's.

Heaton ha aggiunto che "l'idea della scienza come alternativa alla religione è un moderno sistema di pensiero. Newton non avrebbe creduto che il suo lavoro scientifico potesse minare la fede religiosa".

"Non stava cercando di confutare il cristianesimo - si tratta di  un uomo che ha passato molto tempo cercando di stabilire la probabile data dell'Apocalisse biblica. Ecco perché era così interessato alle piramidi".

I documenti su questi argomenti furono trovati da Sotheby's nel 1936 e alcuni furono successivamente acquistati dall'economista John Maynard Keynes, che definì Newton "l'ultimo dei maghi".

I manoscritti segreti di Newton dovrebbero andare a un collezionista privato, ma alcune biblioteche potrebbero anche cercare di partecipare all'asta a seguito dell'interesse finanziario per libri e documenti scientifici, in crescita nell'ultimo decennio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook