14:48 17 Gennaio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
3334
Seguici su

L'intelligenza artificiale sta diventando sempre più un'arma a doppio taglio: da un lato aumenta la produttività e promuove il progresso, dall'altro potrebbe far perdere il lavoro a milioni di persone nel prossimo futuro.

Intervenendo alla conferenza online Artificial Intelligence Journey, il presidente russo Vladimir Putin ha espresso il suo pensiero sulla possibilità che un giorno l'intelligenza artificiale possa sostituire un essere umano come capo di Stato, non nascondendo il suo scetticismo a riguardo.

"Spero che non sarà in grado di sostituire un umano sulla carica di presidente. Almeno non nel prossimo futuro. Prendete in esame la parola stessa 'artificiale'. Significa non reale. Senza un cuore né un'anima. Manca di compassione o coscienza - qualità estremamente importanti per le persone che votano per qualcuno che prenderà decisioni a beneficio di un Paese", ha detto Putin.

Per inciso, il presidente russo ha risposto proprio a una domanda posta da un'intelligenza artificiale chiamata Athene, un'assistente virtuale sviluppata dalla banca russa Sberbank.

Putin ha comunque affermato che il ruolo dell'IA nell'ambito del governo di un Paese aumenterà sicuramente importanza, aggiungendo che potrà diventare pure un buon assistente e persino un insegnante per chiunque, incluso un presidente.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook