22:05 03 Dicembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Uno dei sintomi ‘non motori’ del morbo di Parkinson, potrebbe essere la dermatite seborroica del cuoio capelluto, più comunemente nota come forfora, ritengono i ricercatori della Società Britannica per gli Studi sul morbo di Parkinson.

Come noto il morbo di Parkinson è una malattia degenerativa del sistema nervoso centrale a progressione lenta, le cui manifestazioni principali sono disturbi del movimento come ipocinesia, rigidità muscolare, tremore a riposo e disturbi posturali. I sintomi della malattia di Parkinson tendono a svilupparsi gradualmente e all'inizio appaiono molto lievi ma nel tempo peggiorano inesorabilmente.

Il Parkinson può tuttavia causare, o essere in qualche modo correlato, a una serie di sintomi in assenza di movimento, comunemente indicati come sintomi "non motori".

Uno di questi sintomi in qualche modo correlati, secondo i dati statistici raccolti dalla Società Britannica per gli studi su questa malattia e rilanciati dal tabloid britannico Express (Daily e Sunday Express), sarebbe la forfora. Più specificatamente quel tipo di forfora che deriva dalla dermatite seborroica la quale, in forma grave, può comprendere desquamazione del cuoio capelluto, arrossamento, più raramente anche eruzioni cutanee.

Al tempo stesso, pur i dati statistici sembrino indicare una certa correlazione tra la malattia e questo tipo di manifestazioni, gli scienziati non sono ancora stati in grado di capire come i due fenomeni siano collegati.

In precedenza, in quel caso ricercatori americani, avevano affermato che un altro dei sintomi non motori e premonitori della malattia di Parkinson fosse l’eccessiva sudorazione priva di cause evidenti.

Dati statistici rilevano che in Italia i malati di Parkinson sarebbero circa un quarto di milione ma secondo il Centro per la Malattia di Parkinson e i Disturbi del Movimento di Milano, i dati sui consumi di farmaci specifici per tale malattia rivelerebbero che potrebbero essere in realtà circa 600mila, cioè ben uno ogni 100 abitanti. Secondo l’OMS il morbo di Parkinson sarebbe la patologia neurologica in più rapida crescita nel mondo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook