16:44 24 Novembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 80
Seguici su

Il secondo vaccino russo per il coronavirus è già entrato in produzione presso il Centro di ricerca Vector di Novosibirsk e un certo numero di dosi saranno già disponibili entro fine anno.

Il vaccino russo EpiVacCorona, sviluppato dal Centro di ricerca Vector di Novosibirsk, è entrato nella terza fase di sperimentazioni cliniche post-registrazione.

A riferirlo in un forum online dedicato a nuovi dati scientifici sul Covid-19 è il capo dell'’Agenzia federale russa per la tutela dei consumatori (Rospotrebnadzor) Anna Popova:

"Il vaccino EpiVacCorona, basato su degli antigeni peptidici, è stato registrato il 13 ottobre e la terza fase delle sperimentazioni post-registrazione è attualmente in corso", sono state le parole della funzionaria.

Lo scorso 27 ottobre il Centro di ricerca Vector ha annunciato l'avvio della produzione del suo preparato, precisando che un certo numero di dose saranno pronte entro fine 2020.

I vaccini russi contro il coronavirus

Ad agosto, la Russia è diventata il primo paese al mondo a registrare un vaccino contro il coronavirus, soprannominato Sputnik V e sviluppato dall'istituto di ricerca Gamaleya. A metà ottobre, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che il secondo vaccino, EpiVacCorona di Vector, era stato registrato.

Il Covid in Russia

Stando a quanto reso noto nella mattinata dal Centro per la lotta al coronavirus della Federazione i nuovi contagi in Russia sono stati 22.410. Il totale dei contagi accertati in Russia da inizio pandemia viene ora aggiornato a 1.971.013, cifra comprendente attualmente positivi, guariti e vittime.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook