17:09 24 Novembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 11
Seguici su

La ricerca si è basata sui dati forniti dal telescopio spaziale Kepler, che ha esaminato l'universo per otto anni. Lanciato nel 2009, l'obiettivo di Kepler era scoprire quanti esopianeti ci sono nella nostra galassia.

Secondo gli scienziati della NASA, la Via Lattea ospiterebbe 300 milioni di pianeti potenzialmente abitabili. Secondo uno studio appena pubblicato a fine ottobre, la metà delle stelle con temperature simili al nostro Sole potrebbero essere circondate da pianeti rocciosi, che potrebbero presentare acqua e di conseguenza la vita.

“Sebbene questo risultato sia ben lungi dall’essere un valore finale e l’acqua sulla superficie di un pianeta sia solo uno dei tanti fattori per sostenere la vita, è estremamente eccitante essere riusciti a calcolare questi mondi”, ha detto Steve Bryson, ricercatore presso l’Ames Research Center della NASA nella Silicon Valley, in California.

I ricercatori riferiscono che i loro studi si basano su stime prudenziali e fanno notare che il numero potenziale di pianeti abitabili potrebbe essere superiore.

“Vogliamo essere molto prudenti nel caso in cui la natura abbia sorprese per quanto riguarda l’abitabilità. Quindi stiamo minimizzando intenzionalmente le stime”, ha riferito Ravi Kumar Kopparapu, ricercatore del Goddard Space Fligh Center della NASA che si trova a Greenbelt ed uno degli autori della ricerca.

La NASA afferma che alcuni degli esopianeti potenzialmente abitabili scoperti dal telescopio spaziale Kepler potrebbero essere i vicini interstellari della Terra e almeno quattro di loro si trovano entro 30 anni luce dal Sole. Gli scienziati affermano che l’esopianeta più vicino alla Terra è a circa 20 anni luce da noi.

Tags:
Via Lattea, Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook