02:23 04 Dicembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Di
0 100
Seguici su

È stato emesso da una stella di neutroni. La scoperta del McGill Space Institute di Montreal è stata pubblicata su Nature.

Un segnale radio fortissimo e veloce. Il più intenso mai registrato. Direttamente dalla Via Lattea, dalla nostra Galassia. È la scoperta pubblicata su Nature da un gruppo di esperti del McGill Space Institute di Montreal a cui ha preso parte anche lo scienziato italiano Daniele Michilli.

Il segnale, proveniente da una stella di neutroni chiamata magnetar a trentamila anni luce dalla Terra, è stato ascoltato il 28 aprile: “Ascoltandolo ho provato una grande meraviglia. Poter cogliere da vicino un lampo radio veloce e avere la possibilità di analizzare il corpo celeste che lo ha emesso è stato eccezionale”, ha detto Michilli.

“L’onda radio, attraversando il cosmo, ci rivela la natura di tutto ciò che incontra. Ed è una ricerca che alimenta sempre più la mia passione per l’astronomia nata quando da bambino passeggiavo in campagna con mio papà guardando il cielo”.

Il segnale

La stella a neutroni da cui proviene il segnale radio, ribattezzato Frb 200428 (Fast Radio Burst, lampi radio veloci), sprigiona fortissimi campi magnetici.

Lo scorso 28 aprile uno dei segnali emessi è stato registrato dai satelliti americani e canadesi e per la prima volta questa emissione era migliaia di volte più intensa di tutte quelle finora rilevate. Inoltre quello registrato in primavera è stato il primo rilevato nella nostra Galassia, gli altri, dal 2007 in poi, data del primo “avvistamento”, provenivano da aree molto più remote.

Dopo aver registrato il “lampo” gli astronomi sono riusciti a localizzare la fonte del segnale grazie alle osservazioni effettuate nei raggi X anche con telescopi spaziali come Integral dell’Esa europea e Agile dell’Asi italiana.

Tags:
Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook