15:55 28 Novembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 30
Seguici su

I ricercatori dell'Università Nazionale di Rosario (UNR), in Argentina, hanno trovato reperti fossili appartenenti a una specie di armadillo gigante vissuto più di 10mila anni fa e sconosciuto alla scienza in precedenza.

Nella città di Las Flores, al centro della provincia di Buenos Aires, sulle rive del fiume Salado, i ricercatori dell'Istituto di Fisiografia e Geologia dell'Università Nazionale di Rosario (UNR) hanno trovato fossili di una nuova specie di glyptodon, un genere estinto di armadilli.

Questi armadilli preistorici abitavano l'area nord-est di Buenos Aires più di 10.000 anni fa, alla fine del Pleistocene. L'esemplare poteva essere lungo fino a tre metri, secondo le analisi dei ricercatori, e aveva la particolarità di avere "protuberanze cornee sulla coda, probabilmente sotto forma di spine, che servivano da sistema di difesa e avevano un aspetto simile a quello di un maglio medievale", ha così descritto la bizzarra antica specie il comunicato dell'Agenzia per la Scienza, la Tecnologia e la Società dell'Università di La Matanza.

"Appartiene al genere Panochthus, i cui membri erano molto grandi e avevano un guscio duro costituito da placche che variavano da quadrangolari ad esagonali. In questa occasione, abbiamo riconosciuto questa nuova specie attraverso la sua coda", ha detto il professor Luciano Brambilla, autore principale dello studio.

A differenza di altri gliptodonti, questi "non avevano vertebre caudali esposte, ma piuttosto una specie di involucro osseo che li ricopriva, allungato, tubolare, del tutto caratteristico". La coda a forma di mazza ferrata "serviva per difendersi dai predatori, anche se avrebbe potuto essere usata anche per combattere i membri della sua stessa specie", ha spiegato Brambilla.

  •  'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - particolari dei resti fossili
    'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - particolari dei resti fossili
    © Foto : Cortesía de Agencia CTyS
  •  'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - studi sui resti fossili
    'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - studi sui resti fossili
    © Foto : Cortesía de Agencia CTyS
  •  'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - studi sui resti fossili
    'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - studi sui resti fossili
    © Foto : Cortestía de Agencia CTyS
  •  'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - scavi in argentina in cui sono stati ritrovati i resti fossili
    'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - scavi in argentina in cui sono stati ritrovati i resti fossili
    © Foto : Gentileza Museo de Ciencias Naturales de Mar del Plata "Lorenzo Scaglia"
1 / 4
© Foto : Cortesía de Agencia CTyS
'Panochthus florensis', specie estinta di armadillo gigante - particolari dei resti fossili

Da parte sua, Paula López, della Facoltà di scienze biochimiche e farmaceutiche dell'UNR, e collaboratrice nell'indagine, ha spiegato che il Panochthus "era uno dei generi più diversificati del gruppo dei glyptodonti, alcuni dei mammiferi più rappresentativa della grande fauna del Pleistocene sudamericano. Avevano un aspetto molto suggestivo, con una specie di armatura che copriva corpo, testa e coda. Potevano raggiungere i tre metri di lunghezza e pesare una tonnellata, cioè più del doppio di lunghezza del moderno e raro armadillo gigante, e venti volte il suo peso.

La nuova specie è stata denominata Panochthus florensis, in riferimento alla località di Las Flores, dove è stata rinvenuta. "Questo diventa parte del patrimonio di Las Flores e i suoi cittadini potranno sentire questa scoperta come propria", ha detto López. Lo studio sulla scoperta è stato pubblicato sulla rivista scientifica South American Earth Sciences.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook