04:01 29 Novembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 11
Seguici su

I pinguini Gentoo dovrebbero essere classificati come quattro specie separate invece di una, secondo gli scienziati del Milner Center for Evolution dell'Università di Bath nel Regno Unito. Un recente studio rivela perché.

Gli scienziati hanno analizzato le caratteristiche genetiche e fisiche delle popolazioni di pinguini gentoo nell'emisfero australe, in particolare nelle Isole Falkland e nella Georgia del Sud nell'Oceano Atlantico meridionale, nelle Isole Shetland meridionali nell'Antartico e nelle Isole Kerguelen nell'Oceano Indiano, spiega un comunicato stampa dell'Università di Bath.

Il pigoscelide comune o pinguino Papua, nome scientifico Pygoscelis Papua, più comunemente chiamato dagli zoologi internazionali pinguino Gentoo, è attualmente diviso in due sottospecie – il pinguino Papua Papua e il pinguino Ellsworthi. Invece, si ritiene nel nuovo studio, dovrebbe essere suddiviso in ben quattro specie del tutto differenti.

I ricercatori suggeriscono di aggiungere la specie pinguino Poncetii, dal nome della conservazionista australiana ed ornitologa marina Sally Poncet, e pinguino Taeniata, per riconoscere una precedente proposta per questo nome risalente agli anni '20, osserva il comunicato.

Lo studio, pubblicato su Ecology and Evolution, ha utilizzato i dati del genoma per comprendere meglio le relazioni tra le diverse popolazioni. I dati hanno mostrato chiare differenze fisiche e genetiche tra le quattro popolazioni.

"Per la prima volta, abbiamo dimostrato che questi pinguini non sono solo geneticamente distinti, ma anche fisicamente diversi", ha detto l'autrice principale dello studio, Jane Younger, in un comunicato.

"I Gentoo tendono a rimanere vicini alle loro colonie di origine e nel corso di centinaia di migliaia di anni sono diventati geograficamente isolati gli uni dagli altri tanto che non si incrociano mai tra loro, anche se potrebbero facilmente nuotare per la distanza che li separa", ha spiegato la Younger sottolineando che le quattro specie suggerite per la nuova classificazione vivono in aree e habitat piuttosto differenti tra loro.

"Le quattro specie che proponiamo vivono a latitudini abbastanza diverse - ad esempio l’ellsworthi vive nel continente antartico mentre i poncetii, taeniata e i papua papua vivono più a nord dove le condizioni sono più miti, quindi non sorprende che si siano evoluti per adattarsi ai loro diversi habitat", ha detto.

Il ricercatore Josh Tyler, coinvolto nello studio, ha aggiunto che sebbene questi pinguini possano sembrare simili, in realtà esistono differenze notevoli anche nelle loro strutture ossee.

"Sembrano molto simili a un occhio inesperto, ma quando abbiamo misurato i loro scheletri abbiamo riscontrato differenze statistiche nella lunghezza delle loro ossa e nelle dimensioni e forma dei loro becchi", ha osservato.

"È una storia simile alle giraffe, che nel 2016 si sono rivelate essere quattro specie geneticamente distinte", ha aggiunto.

I ricercatori hanno anche spiegato che la divisione delle popolazioni in quattro specie aiuterà gli ambientalisti a proteggere meglio gli animali, dal momento che un declino di una specie cambierà il suo stato di minaccia, come indicato dalla Lista Rossa dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura.

"Attualmente i pinguini Gentoo sono abbastanza stabili in numero, tuttavia ci sono alcune prove che le popolazioni settentrionali si spostino più a sud man mano che il clima si riscalda, quindi dobbiamo osservarli da vicino", ha spiegato Younger.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook