03:03 04 Dicembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (180)
334
Seguici su

Le persone che smettono di mangiare prodotti di origine animale, siano vegani o vegetariani, sono ad alto rischio di contrarre il coronavirus per un'immunità indebolita, affermano i medici consultati da Sputnik.

Per sentirsi bene e avere una buona salute serve una dieta nutriente e varia. Vegani e vegetariani evitano consapevolmente di mangiare determinati prodotti, provocando così una carenza di vitamine e minerali nel proprio organismo, che indebolisce le loro difese e le rende più esposte a malattie infettive, incluso il coronavirus, afferma l'epidemiologa Olga Nenastina.

"Non puoi essere vegetariano e allo stesso tempo mantenere una buona salute. Occorre capire che in assenza di un consumo regolare di proteine, si danneggiano le cellule stesse e gli organi non hanno un'efficace funzionalità. Ovviamente, il rischio di contrarre vari malattie, compreso il coronavirus, aumenta in modo significativo", ha spiegato la Nenastina.

La dottoressa sostiene che i prodotti di origine animale siano un'importante fonte di vitamine essenziali che l'organismo stesso non produce ed è per questo che bisogna assumerle attraverso l'alimentazione. Il discorso riguarda ad esempio le vitamine B2 e B12.

"Le vitamine B2 e B12 svolgono un ruolo importante nei processi di emopoiesi, nel funzionamento dei sistemi nervoso e digerente, nonché nel normale stato della pelle e delle mucose", ha osservato l'epidemiologa.

Inoltre, vegetariani e vegani sono carenti di acidi grassi essenziali, che possono portare a diabete, asma bronchiale, artrite e malattie cardiovascolari.

Il veganismo a lungo termine porta a una serie di malattie croniche, poiché tra i prodotti che consumano ci sono solo vegetali, cereali, noci, afferma la terapeuta Elena Tikhomirova.

"Più lunga è l'esperienza vegana, più si abbasserà l'immunità di una persona, perché ognuno di noi ha bisogno di proteine ​​animali, vitamina D, che otteniamo dal grasso animale", ha detto.

I vegani spesso soffrono di anemia e questo porta a prendere facilmente il raffreddore. Non assumono abbastanza proteine ​​e grassi, così come altre importanti vitamine.

La Tikhomirova crede che "la cosa migliore che un vegano possa fare è smettere di essere vegano".

Nel mondo, secondo gli ultimi dati, i casi di Covid ufficialmente sfiorano i 47 milioni: di questi 1,2 milioni circa sono terminati con un decesso, mentre le guarigioni sono state poco meno di 34 milioni.

Tema:
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (180)
Tags:
vegani (veganesimo, vegetarianesimo, vegetariani), Alimentazione, dieta, Società, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook