05:23 20 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
226
Seguici su

Il Solidariety Trial dell'agenzia delle nazioni unite condotto su quattro farmaci, tra il farmaco anti-ebola, avrebbe smentito l'efficacia nel trattamento anticovid.

Crollano le speranze sul Remdevisir, l'antivirale usato nella cura dell'ebola su cui avevano puntato Usa e Ue per sconfiggere il COVID-19. Una ricerca condotta dagli scienziati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha rivelato "effetti minimi o nulli" nel trattamento del nuovo coronavirus. Lo studio pubblicato su medRxiv è in una fase preliminare e non è ancora stato certificato. 

I trial dello studio Solidariety dell'Oms sono stati condotti su quattro farmaci, remdesivir, l'idrossiclorochina, la combinazione di farmaci anti-HIVlopinavir/ritonavir e interferone contro la sclerosi. Hanno coinvolto  11.266 pazienti adulti in 30 Paesi. L'efficacia dei farmaci sulla mortalità di 28 giorni o sulla durata della malattia sembra essere scarsa o addirittura nulla.

L'idrossiclorochina e la combinazione lopinavir / ritonavir si erano già rivelati inefficaci e sospesi a giugno, ma gli altri studi sono proseguiti in più di 500 ospedali e 30 paesi. 

L'utilizzo del Remdesivir

Il farmaco anti-ebola, prodotto dalla società Gilead Sciences, è stato autorizzato negli Usa nella cura del coronavirus  dalla Food and Drug Administration (FDA) lo scorso 1 ° maggio. Lo stesso Presidente Donald Trump sarebbe stato curato con il Remdesivir, quando è risultato positivo al COVID-19. In Ue è stato uno dei primi farmaci ad essere autorizzato per il trattamento del coronavirus e la Commissione europea ha da poco siglato un contratto di fornitura per 500.000 malati. 

I dubbi di Gilead Sciences

L'azienda farmaceutica produttrice del Remdesivir ha messo in dubbio lo studio dell'Oms e ha definito i dati "incoerenti". Gilead getta dei dubbi sul metodo con cui sono stati condotti gli studi e sul fatto che non abbiano ancora ricevuto una certificazione da peer review. All'agenzia Reuters, inoltre, ha dichiarato  che altri studi su Remdesivir, effettuati 1.062 pazienti che lo hanno confrontato con un placebo, hanno mostrato che il trattamento ha ridotto i tempi di recupero di COVID-19.

"I dati emergenti (OMS) sembrano incoerenti, con prove più solide da più studi randomizzati e controllati pubblicati su riviste peer-reviewed che convalidano il beneficio clinico di Remdesivir", ha detto Gilead, secondo cui "non è chiaro se è possibile trarre risultati conclusivi". 

In precedenza lo stesso Fauci aveva detto che Remdesivir sarebbe diventato "lo standard di cura" nell'infezione provocata dal virus Sars-Cov-19.

Il Remdesivir è un farmaco sviluppato dalla Gilead Sciences per la cura della febbre emorragica ebola, ed è uno dei trattamenti di punta per il COVID-19 assieme agli anticorpi monoclonali prodotti da Regeneron REGN.O.

Tags:
OMS, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook