11:46 30 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
213
Seguici su

La fauna russa si è arricchita con una nuova specie straniera: la lucertola muraiola italiana. Gli esemplari di questa specie sono stati notati per la prima volta nel territorio di Sochi nel 2017 e già lo scorso maggio in questa rinomata zona turistica del Mar Nero si era già formata una fiorente colonia.

Come notato in un articolo per la rivista Proceedings of the Zoological Institute RAS, molto probabilmente i rettili sono entrati nel Caucaso insieme a piante esotiche che sono state importate dall'Italia per abbellire il paesaggio di Sochi in occasione dei Giochi Olimpici del 2014. Quali conseguenze avrà l'emergere di una nuova specie sulla fauna locale non è ancora chiaro: nel peggiore dei casi inizierà a rimpiazzare le specie locali di lucertole.

Grazie all'attività umana, è diventato molto più facile per gli organismi viventi viaggiare in tutto il pianeta e colonizzare territori al di fuori dell'habitat tradizionale. Sfortunatamente, l'emergere di nuove specie negli ecosistemi consolidati porta spesso a seri problemi: i nuovi animali possono indurre l'estinzione delle specie esistenti, lottare per il cibo, distruggerli direttamente o infettarli con malattie.

Secondo alcune stime, le specie invasive sono diventate la principale causa di estinzione di piante e animali negli ultimi 500 anni.

La patria della lucertola muraiola italiana è l'Italia: la costa adriatica, così come la Sicilia, la Sardegna e la Corsica. Tuttavia, insieme alle persone questi rettili si sono diffusi in tutto il Mediterraneo, sono arrivati in Turchia ed hanno raggiunto persino il Nord America. La colonizzazione è considerata un successo per queste lucertole in base alle osservazioni della popolazione russa di questi rettili. Almeno il 40% delle lucertole avvistate erano giovani, cosa che indica che la colonia è fiorente e in aumento.

Dopo aver studiato le immagini satellitari della pianura di Imereti (Sochi sud - ndr) dal 2010, i ricercatori hanno scoperto che piante esotiche sono apparse nell'area tra il 2012 e 2013. Sono state portate dall'Italia per l'abbellimento del paesaggio alla vigilia delle Olimpiadi di Sochi.

La lucertola muraiola italiana non è la prima specie ad entrare in Russia: c'è una letteratura ben nota sulle farfalle falena (Cydalima perspectalis), che arrivarono qui insieme alle piantine di bosso sempreverdi (Buxus sempervirens) e distrussero quasi completamente le popolazioni locali del bosso della Colchide (Buxus colchica).

Tags:
Russia, Italia, Scienza e Tecnica, Caucaso
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook