20:00 24 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 01
Seguici su

A settembre, un nuovo oggetto "potenzialmente pericoloso" è stato aggiunto dagli astronomi all'elenco degli asteroidi del sistema solare compilato dal Minor Planet Center dell'Unione Astronomica Internazionale. Tuttavia, non tutti credono che la roccia, soprannominata 2020 SO, sia effettivamente ciò che si pensa possa essere.

Il principale esperto della NASA Paul Chodas ha suggerito che l'asteroide 2020 SO appena scoperto è in realtà una parte del razzo che è stato inviato sulla Luna nel 1966 e da allora orbita intorno al Sole.

“Potrei sbagliarmi su questo. Non voglio apparire eccessivamente fiducioso", ha detto a AP Chodas, che è direttore del Center for Near-Earth Object Studies (CNEOS) presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA nel sud della California.

"Ma è la prima volta, a mio avviso, che tutti i pezzi combaciano con un vero e proprio lancio conosciuto".

Secondo il funzionario, che ha detto di essere stato "piuttosto entusiasta" di questa scoperta, l'oggetto potrebbe essere lo stadio superiore del razzo Centaur che era stato impostato per consegnare il lander Surveyor 2 sulla luna 54 anni fa. Il razzo completò il compito e poi ha superato la luna venendo catturato dall'orbita del Sole; tuttavia il lander stesso alla fine si schiantò contro un satellite a causa di un propulsore guasto.

"È stato un mio hobby trovare uno di questi e tracciare un tale collegamento, e lo faccio da decenni ormai", ha rivelato Chodas.

SO 2020 è stato scoperto dal telescopio delle Hawaii a settembre e ora è stata aggiunta all'elenco dei potenziali oggetti in avvicinamento alla Terra. L'oggetto, misurato tra 5 e 12 metri di diametro, dovrebbe passare vicino al nostro pianeta il 1° dicembre 2020 a una velocità di quasi 4 chilometri al secondo.

Secondo Chodas, la sua forma, le dimensioni e l'orbita quasi circolare, che è abbastanza simile a quella della Terra, possono suggerire che si tratta effettivamente del vecchio Centaur, che nessuno si aspettava di vedere di nuovo.

Gli astronomi ora suggeriscono che quando l'oggetto si avvicinerà alla Terra una volta catturato dalla sua orbita a metà novembre, diventerà chiaro se ha un'origine artificiale come suggerito da Chodas o la sua ipotesi si è rivelata errata in definitiva.

Correlati:

La NASA avverte, un enorme asteroide sfreccerà vicino alla Terra tra poche settimane
NASA: prima missione della Crew Dragon con a bordo 4 astronauti partirà il 31 ottobre
Spazio, l'Italia andrà sulla Luna: Fraccaro firma dichiarazione congiunta con la NASA
Tags:
razzo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook