13:57 31 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Valorizzare l'uso dei veicoli ad ala rotante nello spazio aereo italiano: è questo l'obiettivo dell'intesa siglata quest'oggi da Leonardo ed ENAV.

Leonardo, azienda tra le prime dieci società al mondo nell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza, e ENAV, società che gestisce il traffico aereo civile in Italia, hanno annunciato di aver raggiunto un'intesa su un progetto che porterà le due compagnie a lavorare "alla definizione di soluzioni, procedure e standard che miglioreranno la fruizione dello spazio aereo e che saranno applicabili sia in Italia che all’estero" per il volo degli elicotteri.

A renderlo noto è Leonardo, con un comunicato stampa pubblicato sul proprio sito web ufficiale in seguito alla firma della Lettera d'intenti (LoI) da parte delle due aziende.

L'obiettivo dell'accordo, a quanto si apprende, è quello di "modernizzare e rendere più sicuro, efficiente e sostenibile l’impiego degli elicotteri e l’utilizzo dello spazio aereo sfruttando le più avanzate tecnologie dedicate alla navigazione", per una collaborazione che sarà "finalizzata ad offrire agli operatori di elicotteri prodotti e servizi nel campo della navigazione strumentale avanzata contribuendo a rinnovare anche le infrastrutture collegate".

Sostenibilità, digitalizzazione e sicurezza

La collaborazione permetterà così di mettere in sinergia le capacità industriali di Leonardo e l'esperienza di ENAV nella gestione dello spazio aereo italiano e non solo, al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi in termini di "sostenibilità, digitalizzazione e sicurezza delle infrastrutture critiche italiane".

Nella pratica, ciò si tradurra in una valorizzazione, nello spazio aereo italiano e non solo, dei veicoli ad ala rotante i quali, rispetto a quelli ad ala fissa, presentano una maggiore flessibilità ed un grado di libertà di manovra superiore, in virtù della possibilità di decollare e atterrare in verticale e di poter volare in modo stazionario.

A renderla possibile sarà lo sfruttamento delle procedure di navigazione strumentale avanzata PBN (Performance Based Navigation), le quali garantiscono "un incremento della sicurezza delle operazioni di volo grazie alla più elevata precisione nella navigazione e nelle procedure di avvicinamento e atterraggio affiancando o superando i più tradizionali sistemi basati su stazioni a terra", consentendo anche di "ridurre le emissioni inquinanti e l’impatto acustico grazie a rotte dedicate e maggior efficienza".

Un'intesa per contribuire alla competitività dell'Italia

Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo, ha salutato con favore la siglatura della LoI con ENAV, dichiarandosi entusiasta del fatto che Leonardo potrà confermare il proprio impegno e "contribuire alla competitività del Paese attraverso il potenziamento di un'infrastruttura critica come appunto i nostri cieli e i sistemi e le regole che ne definiscono l'utilizzo".

Profumo ha quindi sottolineato la volontà della compagnia della quale è stato nominato AD alla fine del mese di settembre di lavorare per introdurre innovazioni in grado di avvicinarci "sempre più ai futuri scenari di ‘urban air mobility’ grazie alla continua innovazione nel campo della navigazione nei sistemi per il controllo del traffico aereo e nelle tecnologie spaziali.".

Anche Paolo Simioni, Amministratore Delegato di ENAV, ha esternato il proprio orgoglio per il raggiungimento dell'intesa con i partner di Leonardo:

"Siamo particolarmente orgogliosi di questa intesa che dimostra la capacità dell’industria aeronautica nel fare sistema e creare sinergie al fine di garantire la crescita del settore, contribuendo a modernizzare i sistemi per rendere il volo sempre più efficiente e sicuro", sono state le parole di Simioni, che ha poi definito lo spazio aereo "una infrastruttura fondamentale per la crescita economica italiana ed internazionale", sono state le sue parole

In occasione della firma dell'accordo con Leonardo, ENAV ha pubblicato sul proprio canale ufficiale Youtube un video rappresentativo delle nuove procedure di navigazione strumentale avanzata PBN.

Per quanto riguarda l'innovazione nell'ambito della sicurezza nel traffico aereo, la scorsa settimana proprio Leonardo ha presentato AeroBOSS, il sistema in grado di prevenire le incursioni in pista tracciando gli aeromobili e i mezzi in volo e a terra. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook