19:45 24 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Nonostante venga classificato dalla scienza come un oggetto che passerà vicino alla Terra si può stare tranquilli, perché lo farà a una distanza di quattro volte superiore a quella che ci separa dalla Luna.

La NASA ha rivelato che la roccia spaziale viaggia all'impressionante velocità di 10,9 chilometri al secondo.

Ciò significa che 2020 SX3 sfreccerà vicino al nostro pianeta a quasi 40 mila km/h.

Per darti un'idea, quando finirai di leggere questa frase l'asteroide avrà percorso ben 76 km.

La NASA ha classificato l'asteroide di categoria Apollo, relativo a rocce spaziali che attraversano il piano orbitale della rotazione terrestre intorno al Sole, anche se di solito non rappresentano una minaccia per noi.

Secondo la NASA, l'asteroide volerà a una distanza di sicurezza di 1,7 milioni di chilometri, 4,4 volte quella tra la Terra e la Luna.

Tuttavia, è abbastanza vicino da essere considerato un oggetto vicino alla Terra (NEO, 'Near Earth Object').

La NASA monitora i NEO in quanto offrono un'opportunità unica per ottenere una visione più chiara della storia del sistema solare e spiega che "sono comete e asteroidi che sono stati spinti dall'attrazione gravitazionale dei pianeti vicini in orbite che consentono loro di entrare nelle vicinanze della Terra".

"Composte principalmente da ghiaccio d'acqua con particelle di polvere incorporate, le comete si sono formate originariamente nel freddo sistema planetario esterno mentre la maggior parte degli asteroidi rocciosi si sono formati nel più caldo sistema solare interno tra le orbite di Marte e Giove", illustra l'agenzia spaziale statunitense.

"L'interesse scientifico per le comete e gli asteroidi è dovuto in gran parte al loro status di detriti relativamente invariati del processo di formazione del sistema solare circa 4,6 miliardi di anni fa", spiega sempre la NASA, che chiarisce anche che "i pianeti esterni giganti (Giove, Saturno, Urano e Nettuno) si sono formati da un agglomerato di miliardi di comete e gli avanzi di questo processo di formazione sono le comete che vediamo oggi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook