15:16 31 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
401
Seguici su

In Giappone il problema delle "culle vuote" si combatte con i robot. Mancando personale giovane da impiegare nei magazzini si opta per i robot guidati da personale più anziano.

Se l’Italia vive l’emergenza delle culle vuote, il Giappone è in una fase ancora più critica che impone un cambiamento di vita alla sua società. Mancano quindi i giovani da inserire nel mondo del lavoro e la soluzione, nel Paese dove la tecnologia ha un ruolo enorme, è stata già trovata.

I supermercati della catena FamilyMart hanno introdotto il Model-T, un robot magazziniere e “scaffalista” il cui compito è quello di rifornire il supermercato di derrate alimentari e bevande sugli scaffali vuoti.

Il robot non è autonomo, ma viene comandato a distanza da un operatore attraverso la realtà virtuale. L’operatore è infatti dotato di un visore e di comandi che gli consentono di gestire il robot come se fosse lui in prima persona a porre gli alimenti sugli scaffali.

Con questa soluzione i supermercati nipponici potranno sopperire alla carenza di personale utilizzando anche personale più anziano. Le gestione del robot a distanza è infatti più leggera, fisicamente impegna meno e inoltre una sola persona può occuparsi della gestione di più robot.

Correlati:

Giganti? Antropomorfi? Da guerra? Di quali robot dispone la Russia
I segreti della Grande Piramide di Giza esplorati da un robot
Gli psicologi hanno capito perché i robot antropomorfi sono terrificanti
Tags:
Giappone, robot
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook