14:53 24 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Un gruppo di ricercatori ha scoperto che l'origine del desiderio sessuale maschile è ubicata in specifiche regioni del tessuto cerebrale. I risultati del nuovo studio potrebbero portare a un controllo deliberato della sessualità maschile, che oggi è influenzata da numerosi fattori esterni.

Si chiama aromatasi ed è un importante enzima cerebrale, responsabile della trasformazione del testosterone in estradiolo, un tipo molto importante di estrogeni per il controllo della funzione riproduttiva in entrambi i sessi.

Per determinare come l'aromatasi cerebrale influenzi l'attività sessuale maschile, i ricercatori del Frederick National Laboratory for Cancer Research del Maryland e del Northwestern Medicine Laboratory dell'Illinois hanno allevato topi maschi privi dell'enzima.

In condizioni di laboratorio, gli animali hanno ridotto la loro attività sessuale del 50% nonostante presentassero livelli di testosterone nel sangue molto più alti rispetto ad altri roditori.
Il dottor Serdar Bulun, direttore della ricerca, aggiunge che in condizioni normali i topi maschi inseguono sempre le femmine alla ricerca dell'atto sessuale. Ma se si rimuove l'aromatasi "la loro attività sessuale è notevolmente ridotta". I topi che non potevano produrre aromatasi in nessuna parte del corpo, compreso il cervello, non hanno mostrato alcuna attività sessuale.

"I topi maschi hanno parzialmente perso interesse per il sesso. Gli estrogeni rivestono funzioni sia nei maschi sia nelle femmine. Il testosterone deve essere convertito in estrogeni per aumentare il desiderio sessuale nei maschi", afferma uno degli autori dello studio, il dott. Hong Zhao.

Gli autori dello studio ritengono che i loro risultati suggeriscano che "il comportamento sessuale può essere modificato inibendo o migliorando l'attività dell'enzima cerebrale aromatasi". Questa conoscenza potrebbe potenzialmente portare a nuovi trattamenti per i disturbi del desiderio sessuale.

Secondo gli scienziati, è possibile utilizzare farmaci per attaccare l'aromatasi e controllare i desideri sessuali di un uomo. Ad esempio, il disturbo del desiderio sessuale ipoattivo, più comunemente noto come basso desiderio sessuale, è una condizione abbastanza comune. Il basso desiderio sessuale è un effetto collaterale comune di molti farmaci ampiamente utilizzati.

D'altra parte, i medici possono anche trattare il disturbo ipersessuale o il desiderio sessuale compulsivo utilizzando un inibitore dell'aromatasi esistente. Tuttavia, un effetto collaterale di questo trattamento è l'osteoporosi, un tipo di malattia che porta le ossa a indebolirsi e perfino a rompersi.

I ricercatori sperano che i risultati del nuovo studio aiuteranno a guidare lo sviluppo di nuovi farmaci selettivi che bloccano solo la regione del promotore dell'aromatasi del cervello senza effetti collaterali.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook