22:00 29 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Il fossile scoperto appartiene a una specie che precede i primi gibboni conosciuti di nove milioni di anni. I biologi ritengono che la scoperta migliori anche la nostra comprensione della loro storia evolutiva e del possibile percorso intrapreso da questi animali nel loro viaggio dall'Africa al sud-est asiatico avvenuto 13 milioni di anni fa.

Un fossile di una scimmia di 13 milioni di anni, ritenuta come appartenente ai primi antenati conosciuti del gibbone moderno, è stato scoperto a Ramnagar, nello stato nord indiano dell'Uttarakhand, da un team guidato da un ricercatore dell'Arizona State University.

La scoperta di un dente fossile, che appartiene a una specie precedentemente sconosciuta agli scienziati, è stata salutata come l'anello mancante nella comprensione accademica della storia evolutiva dei gibboni.

L'emergere del fossile ha anche fornito ai biologi indizi sulla possibile rotta migratoria che avrebbero potuto intraprendere questi primati  mentre viaggiavano dall'Africa verso le foreste pluviali del sud-est asiatico.

Il team di ricerca dietro al meraviglioso ritrovamento ora calcola che la migrazione delle 'grandi scimmie' e delle 'scimmie minori' dall'Africa all'Asia sia avvenuta nello stesso periodo.

Un rapporto sulla scoperta è stato pubblicato mercoledì con il titolo "La nuova scimmia del Miocene medio (Primati: Hylobatidae) da Ramnagar, India, colma le principali lacune nella documentazione fossile di ominidi" dalla prestigiosa istituzione scientifica di Londra Royal Society.

Il sito web di notizie scientifiche Phys.org, che ha riportato la scoperta, ha osservato che un team di ricercatori, tra cui Chris Campisano, ricercatore associato presso l'Istituto di origini umane dell'Arizona State University, si è imbattuto nel fossile del dente di gibbone nel 2015 mentre faceva trekking su una collina che per almeno un secolo ha esercitato fascino sui biologi.

La pubblicazione ha citato Campisano sottolineando il fatto che la loro scoperta è stata particolarmente notevole poiché nessun fossile di gibbone era stato precedentemente scoperto nella zona.

Una volta dissotterrato il prezioso dente, Campisano e il suo team, secondo quanto riferito, lo hanno sottoposto a un processo rigoroso, che includeva una TAC e il confronto della sua anatomia con quelle di altre scimmie fossili.

Qui il resoconto di un altro importante ritrovamento fossile

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook