00:34 24 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
101
Seguici su

Ricercatori australiani e canadesi hanno sviluppato un metodo per stimare il peso dei dinosauri. Secondo i loro studi, il famoso predatore Tyrannosaurus Rex, pesava circa sette tonnellate.

I paleontologi hanno dibattuto a lungo su come stimare il peso corporeo dei dinosauri, che si sono estinti 66 milioni di anni fa e di cui sono sopravvissute solo le ossa fossilizzate. D’altra parte i resti ossei possono essere usati per giudicare le dimensioni degli animali, ma non il loro peso. La nuova ricerca pubblicata sulla rivista Biological Reviews prova a far maggior luce sulla questione.

"Le dimensioni e il peso corporeo determinano quasi ogni aspetto della vita di un animale, compresa la sua dieta, riproduzione e movimento", ha detto il capo della ricerca, Dr. Nicolás Campione, del Centro di ricerca sulle paleoscienze dell'Università del New England in un comunicato stampa del Royal Ontario Museum. "Una buona stima del peso corporeo di un dinosauro è una solida base per lo studio retrospettivo e la comprensione della loro vita. Dobbiamo essere sicuri di riprodurre correttamente la storia di questi animali preistorici. Questo è particolarmente vero per i dinosauri di grandi dimensioni, che non hanno analoghi nel mondo moderno".

Esistono due modi principali per stimare la massa di animali fossili: ridimensionamento e ricostruzione. Il primo confronta le dimensioni delle ossa - ad esempio, la circonferenza dell'omero o dell'anca - con le ossa dei vertebrati moderni, il che consente di trarre conclusioni sul volume e la massa degli arti e di altre parti del corpo. Nel secondo caso, gli scienziati creano prima ricostruzioni tridimensionali, quindi stimano approssimativamente la massa.

Entrambi i metodi sono scientificamente fondati, ma a volte danno risultati molto diversi. Ad esempio, la stima della massa per il più grande predatore terrestre di tutti i tempi, il Tyrannosaurus rex, varia dalle 3 alle 18 tonnellate.

Gli scienziati guidati dal dottor Campione hanno analizzato l'ampio database di stime sulle masse corporea dei dinosauri, che raccoglie risultati di ricerche a partire dal 1905, e li ha elaborati utilizzando vari metodi matematici.

Si è scoperto che le cifre più accurate si ottengono utilizzando un approccio integrato che utilizza entrambi i metodi contemporaneamente.

"In effetti, i due approcci si completano anziché contraddirsi a vicenda", osserva il dott. Campione.

Il metodo di ridimensionamento delle ossa, basato sui rapporti dimensione-massa ottenuti dalle osservazioni di animali moderni, fornisce un corridoio generale di valori e le caratteristiche della struttura corporea prese dalle ricostruzioni consentono perfezionamenti. Sebbene, ovviamente, ammettono gli scienziati stessi, la possibilità di errore rimanga sempre.

"Nella nostra comprensione di come fosse un animale antico, ci saranno sempre incertezze associate al peso", ha detto un altro autore, il dottor David Evans, presidente del Dipartimento di Paleontologia dei vertebrati presso il Royal Ontario Museum di Toronto, "ma il nostro nuovo studio consente di pesare meglio i dinosauri e apre la strada a stime più realistiche in futuro per lo studio degli animali estinti".

Gli autori stimano che un tirannosauro adulto pesasse circa sette tonnellate. Questa stima è generalmente coerente sia con la ricostruzione che con il ridimensionamento delle ossa degli arti. In generale, notano gli scienziati, la sua massa poteva variare da 5 a 10 tonnellate, dato che anche i tirannosauri erano spesso molto differenti tra loro.

Le stime di questo studio per altro corrispondono con quelle note che riguardano i fossili T-Rex più significativi finora rinvenuti: L'esemplare fossile più completo, scoperto nel 1992 e denominato ‘Sue’, misura circa 12,3 metri di lunghezza, 4,5 metri di altezza, e i principali ricercatori sono concordi nel ritenere pesasse intorno alle 6,8 tonnellate.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook