11:14 19 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
121
Seguici su

Un fossile di un albero gigante è stato scoperto nell'Altiplano peruviano da un gruppo di ricercatori dello Smithsonian Institute for Tropical Research. L'albero potrebbe avere almeno 10 milioni di anni e la sua scoperta potrebbe rivelare come si è evoluto il clima e cosa riserva il futuro.

Secondo gli studi su questo fossile, l'albero è morto nel mezzo del periodo Neogene, indicando che il clima della regione era molto più umido di quanto si pensasse in precedenza.

"Questo albero e le centinaia di campioni di legno fossile, foglie e polline che abbiamo raccolto durante la spedizione rivelano che, quando queste piante erano vive, l'ecosistema era più umido, persino più umido di quanto previsto dai modelli climatici del passato", ha detto la paleobotanica Camila Martínez, dello Smithsonian Tropical Research Institute (STRI) di Panama.

Tuttavia, da quel momento, il clima è cambiato notevolmente. Da umido è diventato arido, in parte anche perché ha subito anche un cambiamento di altitudine.

"Probabilmente non esiste un ecosistema moderno paragonabile, perché le temperature erano più alte quando questi fossili si depositarono 10 milioni di anni fa", ha sottolineato Martinez.

Una delle scoperte più rilevanti che lo studio di questo fossile ha portato è capire la velocità con cui la vegetazione e l'altitudine sono cambiate in questa regione. In un periodo di cinque milioni di anni, tanti quanti ne hanno i fossili vegetali recuperati, si è verificato tutto il cambiamento osservato.

Questi fossili rivelano che all'epoca l'ecosistema fosse simile a quello attuale piuttosto che a uno che avrebbe potuto sostenere la crescita di enormi alberi. È un cambiamento violento se si guarda ai processi della storia naturale della Terra. Questo processo potrebbe essere stato causato da movimenti nella litosfera terrestre sotto il Sud America nel corso di molti milioni di anni.

"La documentazione fossile nella regione ci dice due cose: sia l'altitudine sia la vegetazione sono cambiate drasticamente in un periodo di tempo relativamente breve, il che supporta un'ipotesi che suggerisce che il sollevamento tettonico di questa regione sia avvenuto a impulsi rapidi", ha detto a sua volta il paleobotanico STRI Carlos Jaramillo.

Tuttavia, uno degli obiettivi dello studio dell'evoluzione del clima è essere in grado di prevedere come questo cambierà in futuro in una specifica regione e quali conseguenze ciò avrà per la vegetazione.

"Entro la fine di questo secolo, i cambiamenti nella temperatura e nelle concentrazioni atmosferiche di anidride carbonica si avvicineranno ancora una volta alle condizioni di 10 milioni di anni fa", ha detto Martinez.

"Comprendere le discrepanze tra modelli climatici e dati basati sulla documentazione fossile ci aiuta a chiarire le forze trainanti che controllano l'attuale clima dell'Altiplano e, in definitiva, il clima in tutto il continente sudamericano", ha concluso il ricercatore.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook