20:39 29 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Mentre tutto il mondo si affanna alla ricerca di un vaccino contro il coronavirus, il movimento No Vax rimane molto popolare. Tra le controindicazioni della vaccinazione viene spesso indicata la possibilità dei bambini di rimanere autistici ma uno studio del Karolinska Institutet di Stoccolma ha dimostrato che non vi è alcuna correlazione.

Il vaccino contro l''influenza suina' somministrato alle donne in gravidanza non aumenta il rischio di autismo per il bambino.

Lo conferma uno studio di un team di ricerca svedese del Karolinska Institutet di Stoccolma, al quale hanno collaborato anche la Icahn School of Medicine at Mount Sinai e il Seaver Autism Center for Research and Treatment di New York.

L'equipe, coordinata dal professor Jonas Ludvigsson, è arrivata a questa conclusione dopo aver messo a confronto i dati di 40 mila bambini nati da donne vaccinate contro il ceppo virale H1N1 dell'influenza A (quando erano incinte) con quelli di 29 mila bimbi nati da madri che non lo erano.

Incrociando tutti i dati, gli scienziati hanno rilevato che l'1% dei bambini nati da madri vaccinate contro l'influenza suina all'età di 6 anni ha sviluppato i disturbi dello spettro autistico, circa 394 ragazzi, contro l'1,1% dei piccoli nati da madri non vaccinate. Una percentuale analoga. 

Nonostante questo studio non si riferisca direttamente al coronavirus, Ludvigson osserva che potrà avere una sua utilità anche in riferimento a questo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook