01:57 20 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
4173
Seguici su

Questo è quanto sostiene il direttore della Clinica di malattie infettive dell'ospedale San Martino, che su Facebook pubblica i risultati di uno studio scientifico sul coronavirus.

Secondo Matteo Bassetti la mutazione avvenuta nel coronavirus "sembrerebbe renderlo meno aggressivo e virulento".

Lo annuncia l'infettivologo in un post su Facebook, in cui comunque invita alla cautela e ad attendere nuovi sviluppi degli studi e nuove pubblicazioni scientifiche che suffraghino queste considerazioni.

Un ruolo importante della sua comunicazione Bassetti lo affida al post scriptum del post, in cui invita a continuare a rispettare le regole ma senza catastrofismo.

"Oggi ci sono mille contagiati per la maggioranza asintomatici con soli tre decessi (probabilmente riferiti a contagiati dei mesi scorsi) e una riduzione dei malati gravi. Ma a nessuno interessa dirlo. Le regole sono sempre le stesse (D-M-L), ma basta catastrofismo", ha concluso.

In allegato al post, pubblicato lo studio di luglio da cui Bassetti ha tratto queste considerazioni.

L'appello contro gli allarmismi del professor Bassetti non è isolato all'interno della comunità scientifica italiana: ieri Il virologo dell'università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco, aveva rassicurato i cittadini italiani sulla situazione riguardo l'aumento di casi di coronavirus, rilevando che la maggior parte dei nuovi contagiati è asintomatica.

In Italia continuano a crescere i contagi, in base ai dati del bollettino odierno del ministero della Salute. Nell'ultimo giorno i nuovi casi rilevati sono stati 1.210. 

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook