00:35 24 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 80
Seguici su

Le uova contengono molti nutrienti, ma ci sono ancora miti che circolano riguardo questo alimento. Vale la pena crederci? Qui proveremo a chiarirlo.

Mito 1: mangiare troppe uova aumenta il colesterolo

È un'affermazione falsa perché il tuorlo dell'uovo contiene lecitina, che è un emulsionante naturale. Questa sostanza scioglie il colesterolo e le particelle di grasso e impedisce loro di depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni.

Ciò porta ad una riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. Inoltre, l'assimilazione della lecitina rilascia la colina, che a sua volta partecipa alla sintesi dell'acetilcolina, un importante neurotrasmettitore che migliora la memoria e le prestazioni mentali.

Mito 2: le donne dopo il parto hanno bisogno di mangiare quante più uova possibile

Una grande quantità di energia fisica viene consumata durante il parto e la digestione e la disintossicazione del fegato ne risentono. Di conseguenza, il consumo di cibo in grandi quantità metterà sotto stress il fegato e i reni e ciò può avere conseguenze negative.

Un consumo eccessivo di albume d'uovo innesca la formazione di grandi quantità di ammoniaca, idrossile, fenolo e altre sostanze chimiche nel tratto intestinale, avendo un impatto negativo sulla salute. Questo può essere accompagnato da gonfiore, vertigini, debolezza e altri sintomi tipici del cosiddetto avvelenamento da proteine.
Quando si calcola l'assunzione di proteine, è necessario tenere conto dello stato dell'apparato digerente. Normalmente, le donne dopo il parto non dovrebbero mangiare più di tre uova al giorno.

Mito 3: le uova crude hanno un valore nutritivo più elevato

In effetti, il consumo di uova crude non solo provoca infezioni batteriche, ma non soddisfa il corpo di preziosi nutrienti. Le uova crude contengono avidina, una proteina che impedisce l'assorbimento della biotina nell'intestino, che può portare a scarso appetito, debolezza, dolori muscolari e altri sintomi associati alla carenza di biotina.

Inoltre, le uova crude contengono antitripsina, che ha un impatto negativo sulla funzione digestiva.

Devi anche tenere presente che corri il rischio di mangiare l'uovo con il germe del pollo.

In questo caso, come vanno preparate le uova per preservare al massimo le loro proprietà benefiche? La risposta è semplice: è meglio bollirle, perché in questo modo conservano molti componenti preziosi e nutrienti, e sono facilmente digeribili e assorbibili dall'organismo.

Per iniziare, mettile in una pentola di acqua fredda portata a bollore lento. Dopo averle fatte bollire per tre minuti, spegni il fuoco e lascia le uova in acqua per cinque minuti. In questo modo l'albume risulterà tenero e il tuorlo raggiungerà la durezza desiderata, quella in cui sarà più facilmente digeribile.

Non è consigliabile bollire le uova per più di dieci minuti, poiché ciò non solo influenzerà il gusto di questo alimento, ma ne distruggerà un gran numero di vitamine. Per quanto riguarda le uova strapazzate, hanno meno nutrienti e sono digerite peggio dal corpo.

Tags:
Cibo, Società, Alimentazione
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook